Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Augusta (Siracusa, Sicilia) - 9 Giugno 2011

Inquina o no? "Rivolgersi agli enti competenti!"

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Priolo, 9 giugno 2011, ore 10:30. Scoppia un incendio nell' area industriale Erg Nord. Una enorme e densa nube di fumo nero si leva nei cieli del petrolchimico.
Da Priolo, in pochissimi minuti, tagliando la rada raggiunge lo specchio d'acqua marina a largo del Golfo Xifonio, in territorio megarese. "Cosa sta succedendo?", si chiede il comune cittadino allarmato. "Cos'è scoppiato?", "Dobbiamo fuggire?", "C'è pericolo per la nostra salute?". Tutte domande che si ripetono ogni volta. Ad ogni singolo incidente. Tutte le volte, l'ansia e la paura si diffono ancora prima dei botti, dei fumi, dei miasmi.
Eventi disastrosi a cui l'abitante del "triangolo della morte" è abituato. Nell'incendio, questa volta, ci sono anche operai feriti.
Chissà quanti cittadini oggi hanno alzato la cornetta del telefono per sapere cosa stava bruciando. Fumi di quale sostanza nociva si erano appena liberati in aria?
"Pronto, la chiamo per sapere cosa sta succedendo!". E loro: " Niente, oli bruciati, allarme rientrato, nessun pericolo."
Ma il cittadino, vuole saperne di più: "Di che olio si tratta? E' inquinante, dobbiamo temere?". E dall'altro lato della cornetta: "Inquinante, non credo", oppure "Questo non glielo so dire" , " Ha sbagliato ufficio" e via discorrendo... Nè il Comune, nè tanto meno la protezione civile, appena intervenuta, sanno dare una risposta. "Inquinante?? No! Chi? Cosa? Non credo, non so...", una domanda proibita!
E il cittadino, affranto, non si stupisce più. In fondo, è solo una piccola parte del prezzo che da anni è costretto a pagare.

www.studentinonindifferenti.it

Più visti della settimanaTutti