Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Trani (Barletta-andria-trani) - 31 Agosto 2010

Trani Incendio tra Ponte Via Forze Armate e Via Istria

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Oggi 31 agosto 2010 alle ore 12:50 circa i volontari dell'Associazione di Volontariato Folgore costituita per la salvaguardia ambientale e la protezione civile ,già in servizio di monitoraggio nel territorio di Trani, sono intervenuti ad un incendio di vaste proporzioni sviluppatosi tra la scarpata del ponte di Via delle Forza Armate ed un terreno in Via Istria, il quale terreno confina con i binari della ferrovia ed un palazzo di recente costruzione.
I volontari della Folgore che per prima sono intervenuti sul luogo dell'incendio hanno allertato i Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti sul posto dapprima con una sola autobotte e successivamente con altri due automezzi di supporto.
E' subito intervenuta una volante del Commissariato di Polizia di Trani i quali agenti, richiedendo anche l'ausilio dei volontari della Folgore, hanno chiuso l'accesso al cavalcaferrovia per tutti i veicoli provenienti da Via Istria diretti verso Via Corato, e lasciando transitare solo i veicoli provenienti da Via Corato.
La chiusura del ponte si è resa necessaria a causa delle fiamme che lambivano i bordi della strada oltre il guard-rail, e del fumo che limitava in parte la visibilità.
Gli agenti della Polizia hanno fatto allertare anche le Ferrovie dello Stato per far eventualmente rallentare i treni in quel tratto ferroviario a causa del fumo sprigionato dalle sterpaglie che bruciavano che limitava la visibilità ai macchinisti.
I Vigili del Fuoco situati sopra al cavalcaferrovia hanno anche utilizzato un cannone spara acqua piazzato sul tetto di un loro automezzo, per poter spegnere le fiamme a distanza al centro del vasto terreno infuocato.
Le operazioni di spegnimento e relativo blocco della circolazione stradale sul ponte si sono protratte fino alle ore 15:00 circa, ed il tutto è stato documentato con foto e video.
La Folgore denuncia apertamente l'indifferenza ed il ritardo degli Enti Pubblici riguardo all'opera di rimozione delle sterpaglie lungo le scarpate dei ponti, ai bordi delle strade e delle complanari, chiamando nuovamente in causa anche l'ANAS Compartimento della Viabilità per la Puglia alla quale son già state inviate due comunicazioni nei giorni 17 e 22 agosto da parte degli stessi volontari della Folgore, segnalando che la presenza di sterpaglia facilmente infiammabile potrebbe costituire pericolo per la circolazione a seguito di incendio spontaneo o provocato, a causa della fiamme e del fumo che limitano la visibilità, oltre al rischio per le eventuali abitazioni prospicienti.
Il Dirigente della Folgore Nunzio Di Lauro ribadisce che queste opere di difesa passiva di prevenzione antincendi A TUTELA DELLA PUBBLICA INCOLUMITA' devono essere effettuate obbligatoriamente e che per tutto il periodo estivo devono essere mantenute condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi, non soltanto da parte dei privati e/o gestori di terreni incolti, ma anche e soprattutto da parte degli Enti Pubblici che dovrebbero essere di esempio da imitare.

Restiamo in attesa che qualcuno ponga particolare attenzione e interesse a queste segnalazioni, possibilmente al più presto e senza aspettare che ci scappi il morto prima di intervenire.