Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ischia (Napoli, Campania) - 15 Maggio 2012

Ischia, In Pochi Giorni Incidenti A Go-go

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

L'ultimo ieri con Maresciallo dell'Esercito in coma

INCIDENTI A GO-GO, L'ISOLA D'ISCHIA S'INTERROGA SULLA PERICOLOSITA' DELLE STRADE

di Gennaro Savio

In queste ore in via Castiglione a Casamicciola Terme, Comune dell'isola d'Ischia, sul rettilineo che fiancheggia il Bosco della Maddalena, così come possiamo vedere dalle immagini esclusive catturate da Ida Trofa, si è verificato un nuovo drammatico incidente stradale la cui dinamica è al vaglio degli inquirenti. Protagonista del sinistro è stato un Maresciallo dell'Esercito che a bordo del suo scooter viaggiava in direzione del porto casamicciolese. Sbalzato dalla sella del motorino, nel violento impatto col selciato ha riportato vari traumi al cranico e all'addome. Gravi ma stazionarie le sue condizioni dopo il delicato intervento chirurgico resosi necessario presso l'Ospedale "Anna Rizzoli" di Lacco Ameno.
Ma sulle strade dell'isola d'Ischia negli ultimi giorni gli incidenti stradali sono stati tantissimi. Auto capovoltesi o volate oltre le staccionate hanno dato vita ad incidenti spettacolari ma fortunatamente senza gravi conseguenze per gli automobilisti coinvolti. A Forio sulla via Provinciale Panza, una Fiat Panda, con quattro persone a bordo si è ribaltata dopo aver colpito un'altra vettura in sosta sulla stessa carreggiata. Il veicolo, alla cui guida si trovava un' ischitana d'adozione si muoveva in direzione Panza, quando allo svincolo con via Mariola ha tamponato una Nissan Micra ferma al margine della carreggiata. L'impatto è stato violentissimo, le due auto come bocce in urto si sono mosse in direzione opposta. Mentre la Micra finiva sul muro, la Panda con il suo carico umano, la signora Maria e tre membri della sua famiglia, si capovolgeva su se stessa rotolando per diversi metri sulla corsia opposta fino ad arrestare la sua corsa, tetto in giù e ruote all'aria.
Fortunatamente al momento dell'incidente la strada era libera e nessun pedone o altro veicolo in movimento, è stato coinvolto. Tutti gli occupanti, apparsi coscienti ed in buono stato, dopo l'impatto e la spaventosa capriola, hanno abbandonato da soli l'abitacolo sotto lo sguardo incredulo e stupito dei tanti residenti della zona ed automobilisti allarmati e richiamati sul posto dall'improvviso tonfo e dallo stridere delle lamiere.
E pensare che nella zona in questione, dove il ribaltamento registratosi è il terzo in ordine di accadimento, sembra quanto mai opportuno prevedere ad installare idonei dispositivi che limitino la velocità. Dispositivi che spingano ad una maggiore prudenza nel percorrere la via situata in una zona di particolare densità abitativa e frequentata da moltissimi pedoni che devono percorrerla molto spesso sapendo di rischiare la vita, magari solo attraversando o spostandosi su marciapiedi al limite della decenza e percorribilità!
Sulla SS270 di Lacco Ameno all'incrocio con via Fundera, si è verificato un altro pericoloso incidente. Fortunatamente anche questa volta tutto si è risolto per il meglio e senza gravi conseguenze per gli automobilisti coinvolti.
Si sono scontrati un Piaggio Quargo e una Nissna Micra. L'impatto è stato tale da portare l'auto fuori strada a schiantarsi contro i muretti esterni della statale stessa al confino con i giardini pensili del porto turistico. Pochi i danni al furgone, distrutto e accartocciato nel parapetto murario l'anteriore della vettura. E che dire della Renault Clio che nel Comune di Ischia in via Baldassarre Cossa rotto il muretto di contenimento è precipitata sulla discesa che conduce al borgo di Sant'Alessandro? Un incidente che anche in questo caso solo per pura casualità non ha procurato gravi danni al conducente. Un volo che ricorda molto quello verificatosi nei mesi scorsi sulla litoranea Casamicciola-Lacco Ameno dove una Ford Fiesta con tre giovani a bardo, sfondato il parapetto, finì direttamente a mare dopo un volo di decine di metri. Tanto spavento e solo qualche graffio per i ragazzi a bordo dell'auto.
Incidenti terribili quelli verificatisi nelle ultime settimane e che puntano ancora una volta l'accento sulla pericolosità delle strade Ischitane, sempre più teatro di pericolosi incidenti, e sull'imprudenza degli automobilisti. Sinistri stradali su cui bisogna riflettere e a cui le Istituzioni preposte hanno il dovere di porre un freno. Senza se e senza ma. Senza aspettare prima che si verifichino altre tragedie.