Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Forio (Napoli, Campania) - 10 Novembre 2009

Grossa Frana A Forio - Video Esclusivo Di Gennaro Savio

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Servizio giornalistico realizzato da Gennaro Savio, Direttore di PCIML-TV, www.pcimltv.blogspot.com. Per contatti: pcimltv@alice.it - gennarosavio@gmail.com
Non se ne è parlato perché non c'è scappato il morto
A FORIO FRANA COSTONE IN VIA SCIAVICA, TRAGEDIA SFIORATA
Travolta una cantina, la strada è stata invasa da una grossa massa di fango e per questo resa inaccessibile a pedoni e automobilisti. E pensare che da anni i cittadini della zona chiedono con forza, invano però, la messa in sicurezza della collinetta che sovrasta via Sciavica. Le tante battaglie politiche e sociali condotte in merito dal Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista che hanno trovato solo insensibilità e strafottenza politica nell'amministrazione guidata dal Sindaco Franco Regine.

dalla Redazione di PCIML-TV *

Quella di martedì 10 novembre 2009, sarà certamente ricordata come una delle giornate più tragiche e funeste mai vissute dalle popolazioni dell'isola d'Ischia a causa dell'enorme massa di fango, detriti e acqua piovana che si è riversata su Casamicciola Terme lasciandosi dietro un'impressionante scia di morte, dolore e distruzione. Il forte temporale che si è scatenato sull'isola Verde, non ha causato danni solo a Casamicciola ma un po' in tutta l'Isola. Smottamenti, disagi e pericoli si sono registrati un po' ovunque. Quelli che pochi sanno, però, è che in via Sciavica a Forio, si è sfiorata la tragedia. Intorno alle 8.00 del mattino parte del costone che sovrasta la stradina foriana, si è staccato improvvisamente, ha travolto una cantina ed ha invaso la strada. Un abitante della zona ci ha raccontato che poco prima che franasse il costone, era passata di li una madre con sua figlia.
In effetti sono centinaia i cittadini residenti e non che quotidianamente attraversano questa strada a piedi o in auto. Nel mentre eravamo intenti a filmare le immagini della frana, è giunto sul posto con la moglie il proprietario della cantina che solo per caso quella mattina non si trovava sul posto e si dice un miracolato: "Come ogni mattina stavo venendo qui per dare da mangiare il gatto e per fare qualcosa all'interno della cantina, ci ha dichiarato, mia moglie mi ha detto di non uscire di casa perché pioveva troppo. Ho definitivamente deciso di non uscire quando mio figlio mi ha telefonato dicendomi di non uscire di casa. Sono stato fortunato altrimenti m sarebbe franato tutto addosso. Quello che è successo è terribile ma io sono felice perché sono salvo assieme a tutta la mia famiglia".
La moglie, ancora impaurita per quanto accaduto, ha voluto denunciare il fatto che da anni gli vengono propinate false promesse di messa in sicurezza di quel costone senza che nessuno interviene.
Quella verificatasi in via Sciavica è stata una frana consistente e pericolosissima della quale, però, non si è parlato solo perché non c'è scappato il morto. Una frana senz'altro annunciata da decenni e i cui responsabili politici e amministrativi sono coloro che negli anni oltre a promettere ai residenti interventi di messa in sicurezza risolutivi al solo scopo di accalappiare voti per vincere le elezioni, nulla hanno fatto in tal senso abbandonando totalmente, di fatto e vergognosamente, questi cittadini. Molte, negli anni, sono state le battaglie politiche e sociali portate avanti dal Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista che hanno trovato solo insensibilità e strafottenza politica nell'amministrazione guidata dal Sindaco Franco Regine. In via Sciavica si intervenga immediatamente e prima che ci scappi il morto anche perché se prima o dopo dovesse disgraziatamente verificarsi una tragedia, nessuno potrà esimersi dalle responsabilità e, soprattutto, nessuno potrà dire, io non sapevo.