Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Forlì (Forlì-cesena) - 8 Marzo 2018

Forlì: ragazza disabile di Chernobyl truffata e violentata

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

“Per l’assistente sociale… Ho bisogno di parlare, mi chiami per favore”. È stato questo il grido di aiuto da cui è scaturita l’indagine della Squadra mobile di Forlì, al termine della quale sono finiti in manette due coniugi, con l’accusa di truffa, maltrattamenti, circonvenzione di incapace e violenza sessuale.

Vittima della coppia senza scrupoli è una giovane ragazza di origini bielorusse, che dall’età di 10 anni, ogni estate era ospitata proprio da quelli che sarebbero poi diventati i suoi aguzzini, nell’ambito del progetto di accoglienza per bambini vittime delle radiazioni di Chernobyl. Grazie al biglietto la ragazza è riuscita a raccontare la sua storia a un'assistente sociale, la quale a sua volta ha attivato la Squadra mobile.

Nel 2014, quando era già maggiorenne, durante uno dei soggiorni, la ragazza rimase vittima di un incidente stradale, nel quale riportò un’invalidità dell’80 per cento; come risarcimento del danno ottenne la somma di 2.120.000 euro.
Quei soldi la sfortunata ragazza non li ha mai visti.