Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Reggio Di Calabria (Reggio Calabria) - 24 Ottobre 2009

Farabutti siete voi!

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Dal 1987 al 1992 sono "stranamente" affondate molte navi nel Mediterraneo. Intorno alla Calabria, la Procura della Repubblica di Reggio, ne ha investigate 27. I "Servizi" hanno segnalato 55 casi sospetti. E', probabilmente, risultato il modo più semplice di smaltire illegalmente rifiuti tossici e radioattivi. Si racconta sia un intrigo internazionale che abbia dei nessi con la morte di Ilaria Alpi, Miran Krovatin e Natale De Grazia. Dopo il ritrovamento di un relitto, avvenuto il 12 settembre 2009, come conseguenza di testimonianze raccolte dal pm Bruno Giordano di Paola, le denunce di un aumento considerevole di tumori nella stessa zona, dopo tante richieste di pervenire ad un momento condiviso e condivisibile di acceratamento della verità, dopo l'impegno dell'Assessore all'Ambiente della Regione, Silvio Greco, persona onesta, sono arrivate le parole del Ministro Prestigiacomo che rassicura tutti che non ci sono problemi e che "il caso è chiuso"! Il WWF denuncia che il relitto investigato dalla nave "Mare Oceano", inviata dal Governo, sia stato il relitto del piroscafo "Catania" della cui esistenza si sapeva sin dal 1917 distante 4 miglia marine dal relitto individuato dalla Regione il 12 settembre 2009. Ottimo risultato!