Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Austria, Estero - 11 Ottobre 2008

E' morto Haider, leader di destra in Austria

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Il leader dell'estrema destra in Austria è morto schiantandosi a bordo della sua auto a Klagenfurt capitale del Land della Carinzia di cui era governatore.
Aveva 58 anni. Video da Repubblica.it
Non è morto sul colpo, ma ha riportato parecchie lesioni gravissime alla testa e al torace, alle quali non ha infine retto. In giornata avrebbe dovuto partecipare a una riunione di famiglia per festeggiare il novantesimo compleanno della madre.

Jörg Haider (Bad Goisern, 26 gennaio 1950 ? Köttmannsdorf, 11 ottobre 2008) è stato un politico austriaco. Fondatore della BZÖ (Alleanza per il futuro dell'Austria), era sposato e aveva due figlie.

Nato da una famiglia pesantemente collusa con il nazismo (il padre era stato un funzionario del Terzo Reich), Haider si iscrisse al FPÖ (Partito della Libertà Austriaco) ancor prima di laurearsi in diritto. Divenne portavoce del movimento dei giovani liberali nel 1971, e mantenne la carica fino al 1977.

Grazie al suo carisma, Haider divenne segretario e presidente prima della sezione carinziana del FPÖ (dal 1977 al 1983), e dal 1986 al 2000 divenne segretario nazionale del movimento, che durante la sua segreteria abbandonò i dettami classici propri di un movimento liberale e aderì a una sorta di populismo-nazionalista.

Nel 1989 fu eletto governatore della Carinzia, ma due anni dopo fu costretto alle dimissioni per aver elogiato pubblicamente la politica socio-economica di Adolf Hitler. Nonostante questo, egli riuscì ad attirare a sé svariati austriaci, che si sentivano stufi o peggio ancora stritolati dal consociativismo tra i partiti dell'ÖVP (Partito Popolare Austriaco) e del SPÖ (Partito Socialdemocratico Austriaco): nel 1999 fu rieletto presidente della Carinzia e nelle elezioni politiche dello stesso anno ottenne quasi il 30% dei voti.

Iniziò un periodo di collaborazione governativa tra l'ÖVP e il FPÖ: tale accordo, seppur inviso dall'Unione europea, rimase in vigore fino al 2002, cioè quando Haider ritirò la fiducia al governo guidato dal popolare Wolfgang Schüssel.

Dopo la sconfitta del suo partito alle elezioni politiche del novembre 2002 (dove ottenne solo il 10,2% dei voti) Haider, che aveva lasciato la presidenza del FPÖ a Susanne Riess-Passer già da due anni, si ritirò dalla politica nazionale.

Il successo ottenuto in Francia da Jean-Marie Le Pen lo convinse però a riscendere in campo: nelle elezioni del marzo 2004 riuscì ad ottenere il 42,5% dei voti in Carinzia, riuscendo a farsi rieleggere governatore della regione.

Il 4 aprile del 2005 fonda, insieme ad altri membri del FPÖ, il nuovo partito Bündnis Zukunft Österreich (BZÖ, Alleanza per il futuro dell'Austria). Il 7 aprile 2005 venne quindi espulso dal suo precedente partito, il FPÖ.

L'11 ottobre del 2008 è morto a causa di un incidente d'auto in Carinzia, nei pressi di Klagenfurt.