Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Torino (Piemonte) - 30 Ottobre 2009

Di Pietro interviene sulla crisi AGILE - TORINO

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Torino, 30 ott - CRISI AGILE: DI PIETRO INCONTRA LAVORATORI E PREPARA ESPOSTO A PROCURA:
Il gruppo di Italia dei Valori sta predisponendo un esposto alla procura della Repubblica sul caso Agile, l'azienda ex Eutelia che di recente ha dichiarato 1200 esuberi su 1900 dipendenti. Per questo il leader dell'Idv Antonio Di Pietro e' stato il 30/10 a Torino per incontrare nella sede del Centro Piero della Francesca i
E' venuta innanzitutto la richiesta di una tavolo di crisi con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta.
Ivo Oberta dipendente della Agile ha ricordato la drammatica situazione dei lavoratori del gruppo che da tre mesi sono senza stipendio: ''Tre mesi di sfinimento - ha detto - tra mortificanti richieste di prestiti, rate del mutuo inevase, affitti rinviati; tre mesi di sofferenza, tra manifestazioni e disperazione crescente''.
''Da mesi - ha continuato leggendo un documento che ha consegnato al parlamentare dell'Idv - chiediamo di fare luce su queste vicende che nascondono negli armadi dei responsabili interi cimiteri di scheletri; da mesi urliamo con tutte le nostre forze, e in risposta abbiamo il silenzio.
Siamo stanchi di dover andare a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico dove non si decide nulla offendendo la nostra dignita' di cittadini, lavoratori e contribuenti.
Siamo 'nati' in Olivetti e 'Bull' e rischiamo la 'morte' in Agile s.r.l''.

Il senatore Renato Cambursano, ricordando che la proprieta' del gruppo farebbe capo a due fondi di diritto inglese, ha sottolineato che alla sua interrogazione parlamentare dell'aprile scorso il governo non ha ancora dato risposta. Il responsabile del lavoro dell'Idv Zipponi ha invece indicato quattro condizioni per tentare una soluzione a partire dallo sganciamento dei lavoratori dalla proprieta' dell'Agile.

''Abbiamo incontrato i vostri colleghi di Napoli e di Roma asserragliati in azienda - ha premesso - e sappiamo bene cosa sta succedendo''. ''Chiederemo la revoca del passaggio da Eutelia a Agile perche' almeno li' c'e' il Monte dei Paschi di Siena (in quanto e' uno dei maggiori creditori,ndr).

Interverremo presso il presidente del Consiglio perche' venga dichiarata l'emergenza per l'Ict e che convochi a questo proposito le parti sindacali. In terzo luogo e' indispensabile mettere tutti lavoratori Agile sotto un unico ombrello protettivo, ai sensi della legge Marzano, cosi' abbiamo il tempo di cercare nuovi imprenditori: le commesse dovranno avere il vincolo dei lavoratori''. Infine Zipponi ha richiamato le Regioni alle proprie responsabilita' osservando che quelle ''che si avvalgono del vostro lavoro devono proteggerlo''.

Più visti della settimanaTutti