Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ischia (Napoli, Campania) - 13 Aprile 2017

Degrado, E' Questa La Bella Ischia Di Enzo Ferrandino

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Il candidato sindaco del PCIM-L attacca l’attuale sindaco facente funzioni del Comune di Ischia

GENNARO SAVIO: “DEGRADO E ABBANDONO SOCIALE, E’ QUESTA LA ‘BELLA ISCHIA’ DI ENZO FERRANDINO”

di Gennaro Savio

A Ischia le elezioni amministrative si avvicinano e sembra quasi che in campagna elettorale sia lecito dire tutto e il contrario di tutto. Anche le cose apparentemente più assurde ed inverosimili. Pensate che dopo dieci anni di malgoverno in cui assieme ai suoi amici di maggioranza ha ridotto il Comune di Ischia ad un “letamaio” a cielo aperto dove il degrado e l’abbandono sociale ha albergato persino nel cuore del centro storico, l’attuale vicesindaco di Ischia Enzo Ferrandino pensate un po’ che nome ha dato alla coalizione di cui è candidato a sindaco? L’ha poeticamente chiamata “la bella Ischia”: da non credere. E così come abbiamo quotidianamente fatto negli ultimi dieci anni, in questi giorni con la nostra telecamera abbiamo girovagato per il nostro comune alla ricerca di qualcosa di bello lasciataci dall’amministrazione guidata da Giosi Ferrandino. Ma purtroppo di bello e di piacevole non abbiamo trovato proprio nulla. Barriere architettoniche non abbattute, parchi pubblici sporchi, pericolosi e abbandonati come le fioriere e i giardinetti, strade paurosamente e pericolosamente dissestate dove risaltano solo le famigerate strisce blu patinate e luccicanti tracciate per “estorcere” in maniera legale soldi dalle tasche dei cittadini. Erbacce e piante selvatiche presenti ovunque e in modo particolare nelle pinete dove a tratti è difficile anche camminare tanto è alta la coltre verde. Per non parlare delle giostrine presenti nelle nostre pinete da sempre rotte e pericolose. E che dire, poi, dei nostri pini lasciati morire perché non curati? Ormai strade e pinete sono piene di questi alberi secchi o moribondi i quali nonostante le nostre ripetute richieste non vengono neppure potati onde evitare che rami spezzati e penzolanti possano crollare su cose e persone. Come avviene nella parte della pineta degli Atleti che costeggia via Leonardo Mazzella. Caro Enzo Ferrandino, in dieci anni di malgoverno avete dimostrato di non avere il minimo rispetto per il nostro territorio che avete vergognosamente abbandonato ad un triste destino di degrado, altro che “la bella Ischia”. Alle prossime elezioni dell’11 giugno se gli elettori ischitani vogliono evitare che Ischia finisca definitivamente nel baratro socialmente parlando, hanno una solo possibilità. Quella di votare la lista del PCIM-L di cui mi onoro di essere il candidato sindaco e di non dare il consenso elettorale alle due “ammucchiate” politiche che sostengono i candidati sindaco Enzo Ferrandino, sponsorizzato da Giosi Ferrandino, e Gianluca Trani, novello alleato del senatore di forza Italia Domenico De Siano. E questo per il bene della nostra Terra, dei nostri figli e delle future generazioni.