Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Napoli (Campania) - 5 Marzo 2011

De Magistris Napoli Giornalisti bloccati dalla Polizia

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

http://www.napoliurbanblog.com/
Interviste: Antonella Cozzi
Riprese e Montaggio: Carlo Maria Alfarano

http://www.youtube.com/watch?v=13k_JClFqBM
Luigi De Magistris, ha deciso di candidarsi come sindaco di Napoli alle prossime elezioni, a capo di una lista civica. Oggi al Modernissimo nel primo incontro pubblico, ha ufficializzato la sua scelta. La sua decisione, dice De Magistris, "è dettata dal cuore, dalla passione e dalla convinzione che da Napoli possa nascere un grande laboratorio politico e sociale, una rivoluzione morale e culturale, la riscossa". Molti i punti trattati durante l'assemblea, dalla questione rifiuti alla dolente privatizzazione dell'acqua, dal welfare non è un lusso fino ad arrivare con decisione ad affermare la volontà di spezzare ogni legame tra spesa pubblica, affari e criminalità organizzata. La consapevolezza che non è possibile parlare di legalità senza parlare di diritti sociali. Il programma politico, promette l'ex magistrato, sarà presentato in linea generale nel giro di una settimana, e soprattutto sarà frutto di un confronto diretto con la parte civica, la cui voce dovrebbe essere fondamentale in ogni organismo politico che si definisca democratico.
Durante la convention l'Onorevole De Magistris si è alzato dal palco in compagnia dei giornalisti per andare a salutare le persone rimaste fuori al Modernissimo, che per motivi di agibilità non potevano entrare nel cinema. Al rientro la Polizia di Stato ha bloccato per alcuni minuti tutti i giornalisti e i cameraman. Dopo alcuni minuti dopo le proteste dei presenti il funzionario di Polizia ha concesso ai giornalisti il rientro nella sala dove De Magistris era ritornato.