Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Forio (Napoli, Campania) - 1 Luglio 2017

Domenico Savio, Via Il Ripetitore Tim Dal Casale A Forio

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

CITTADINI INVIPERITI PER L'INSTALLAZIONE DI UN RIPETITORE TIM IN ZONA CASALE A FORIO, DOMENICO SAVIO: "VIA SUBITO QUELL'ANTENNA DI TELEFONIA MOBILE”

di Gennaro Savio

A Forio i cittadini di via Casale sono inviperiti per l'installazione, in un terreno agricolo, di un altissimo ripetitore della compagnia telefonica TIM. Già stanchi per il fatto che le amministrazioni comunali degli ultimi anni hanno relegato a zona di serie "B" quest'ampia area dove da tantissimo tempo chi ci vive deve sopportare anche la puzzolente presenza dei camion della nettezza urbana, i residenti sono sul piede di guerra e neppure le rassicurazioni del sindaco circa la rimozione per lunedì prossimo del ripetitore, al momento è riuscita a placare gli animi.
Bisogna sottolineare che il ripetitore oltre che tra le case, è stato collocato accanto al palazzetto dello sport, a due passi dal campo sportivo e, soprattutto, in una zona dove è alta la produzione agricola locale. Appena appresa la notizia della collocazione del ripetitore, il Consigliere comunale del PCI-ML Domenico Savio si è immediatamente recato sul posto dove ad attenderlo c’erano decine di cittadini. E proprio rivolto ai residenti del Casale, Savio oltre ad annunciare che nella giornata di lunedì protocollerà al Sindaco Francesco Del Deo la richiesta di immediata rimozione del ripetitore, ha detto che il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista è attivamente al fianco dei cittadini di cui sosterrà la lotta senza se e senza ma. Un ultimo appunto. Nei pressi dell’entrata secondaria del campo sportivo abbiamo notato delle lastre spaccate che sembrerebbero di eternit il materiale cancerogeno che diventa pericolosissimo proprio quando è deteriorato. Sindaco Francesco Del Deo siete invitati immediatamente a farle rimuovere.