Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ischia (Napoli, Campania) - 2 Marzo 2010

Campania: Politica Ferma Abbattimenti X Prendere Voti

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Servizio giornalistico realizzato da Gennaro Savio, Direttore di PCIML-TV. Per contatti: pcimltv@alice.it - gennarosavio@gmail.com

In vista delle imminenti elezioni regionali

LA POLITICA PER PRENDERE VOTI FERMA GLI ABBATTIMENTI CHE DOPO PASQUA RIPRENDERANNO CON MAGGIORE DISUMANITA': CHE VERGOGNA!!!

Domenico Savio, Segretario generale del PCIML e promotore sull'isola d'Ischia del movimento per il diritto alla casa, già nei mesi scorsi aveva messo in guardia la popolazione sulla triste possibilità di una tregua elettorale per gli abbattimenti, tregua voluta dai partiti di centrodestra e di centrosinistra responsabili dell'abusivismo e delle demolizioni. Un motivo in più, questo, per annullare la scheda elettorale con la frase "voto abusivo" e cacciare fuori dalle nostre case "fuorilegge" i politici che avranno pure il coraggio e la faccia tosta di venirci a chiedere il voto. Altro che tregua elettorale, chiediamo l'immediata e definitiva sospensione degli abbattimenti delle prime case di necessità che solo il governo nazionale può garantirci attraverso l'approvazione di un apposito decreto legge di modifica della legge sul Terzo condono.

di Gennaro Savio*

Da oltre due mesi Domenico Savio, Segretario generale del PCIML e promotore sull'isola d'Ischia del movimento per il diritto alla casa, va pubblicamente affermando che dopo i cruenti abbattimenti delle prime case di necessità avutisi nei mesi e nelle settimane scorse, ci potrebbe essere una opportunistica sospensione delle demolizioni in occasione delle imminenti elezioni regionali e questo per consentire ai partiti politici di centrodestra, di centrosinistra e loro affini, responsabili nella nostra regione dell'abusivismo edilizio e dei conseguenti abbattimenti delle nostre case che non hanno la volontà politica di fermare, di poter prendere voti in tranquillità cercando di ingannare, ancora una volta, quell'elettorato a cui da decenni continuano a riservare malgoverno e sciagure sociali. Stamattina martedì 2 marzo 2010, Domenico Savio per l'ennesima volta nel corso del comizio conclusivo dell'importante manifestazione di protesta tenutasi a Ischia e ben riuscita nonostante i vergognosi tentativi di boicottaggio messi in essere dal potere politico dominante, aveva messo in guardia la cittadinanza circa la possibilità della tregua elettorale.
Ebbene, poche ore dopo l'intervento premonitore di Domenico Savio, sul Sito "Metropolis web" è apparsa la notizia in cui si legge che gli "abbattimenti per abusivismo edilizio nel Napoletano vengono sospesi fino alle prossime elezioni Regionali di fine mese, per motivi di ordine pubblico". Si, avete capito bene. Il potere politico dominante, anziché mobilitarsi per far si che il Governo approvi un Decreto legge che permetta l'immediata modifica della Legge sul Terzo condono, si è vergognosamente preoccupato di far sospendere gli abbattimenti delle case solo nel periodo elettorale per poi farli riprendere subito dopo Pasqua: che schifo! Ma quello che ci stupisce di più è la motivazione che sta alla base della momentanea sospensione delle demolizioni "per motivi di ordine pubblico". Ma come, ci chiediamo stupefatti, gli abbattimenti non sono stati fermati quando ci sono stati validi motivi di ordine pubblico per sospenderli, si bloccano momentaneamente solo ora? Comunque, la disgustosa tregua elettorale è un motivo in più per astenersi dal voto annullando la scheda elettorale con la frase "voto abusivo" e cacciare fuori dalle nostre case "fuorilegge" i politici che avranno pure il coraggio e la faccia tosta di venirci a chiedere il voto nonostante coi loro partiti e con la loro politica siano i diretti responsabili dell'abusivismo edilizio e delle demolizioni delle abitazioni di necessità.
Intanto continuiamo a chiedere con forza l'immediata modifica della Legge sul Terzo condono che sola potrà fermare le disumane ruspe di Stato che stanno distruggendo case, uomini, donne e bambini.