Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Paesi Bassi, Estero - 6 Maggio 2016

Buongiorno dalla Tappa 1 del Giro d’Italia 2016. Il Video

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Buongiorno dalla Tappa 1 dal 99esimo Giro d’Italia 2016

BUONGIORNO DALLA TAPPA 1 DEL GIRO D’ITALIA

La 99^ edizione della Corsa Rosa prende il via oggi con una Cronometro Individuale di 9,8 km e tanti big al via. Favoriti di giornata gli specialisti Tom Dumoulin, Fabian Cancellara e Bob Jungels.
Buongiorno dalla prima tappa del Giro d'Italia, in programma dal 6 al 29 maggio e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, la Cronometro Individuale di Apeldoorn - Provincia del Gelderland - di 9,8 km. La prima tappa scatterà all'interno del velodromo di Apeldoorn, già sede dei Mondiali su Pista del 2011.
Il primo atleta in gara, Fabio Sabatini (Etixx - Quick Step), partirà alle ore 13.45. Gli altri corridori seguiranno con intervalli di 1 minuto, con l'ultimo, Michael Hepburn (Orica GreenEdge), che partirà alle 17.02.
Favoriti di giornata lo svizzero Fabian Cancellara (Trek - Segafredo), l'idolo locale Tom Dumoulin (Team Giant - Alpecin), il lussemburghese Bob Jungels (Etixx - Quick Step) e vari altri specialisti delle prove contro il tempo.
METEO
Apeldoorn (13.45 - Partenza): Soleggiato, 20°C. Vento: moderato – 18kmh.
Apeldoorn (17.15 - Arrivo): Soleggiato, 23°C. Vento: moderato – 18kmh.
ORARIO E PROGRAMMA
Partenza: Apeldoorn, Omnisportcentrum
Arrivo: Apeldoorn, Loolan
Rilevamento Cronometrico - km 4,8 - Apeldoorn, General Van Heutszlaan
Arrivo previsto ultimo corridore: 17.15
Quartiertappa: Apeldoorn, Omnisportcentrum
MAGLIE
Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel e Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani nato dopo il 1/1/1991, sponsorizzata da Eurospin.
NOTE: Abbuoni: Traguardi Volanti: 3", 2" e 1" al 1º, 2º e 3º classificato. Traguardo finale: 10", 6" e 4" al 1º, 2º e 3º classificato. Le tappe a cronometro (1, 9 e 15) non prevedono abbuoni. In tutte le altre tappe vi sarà solo un traguardo volante con abbuoni per tappa, con un massimo abbuono possibile di 13". Il massimo abbuono possibile per l'intera corsa è di 234".
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida.
NOTE: Le tappe sono divise in categorie, a seconda della categoria vengono assegnati punteggi diversi:
Categoria a): 2 - 3 - 12 - 17 - 21
Categoria b): 4 - 5 - 7 - 11
Categoria c): 6 - 8 - 16 - 18
Categoria d): 10 - 13 - 14 - 19 - 20
Categoria e): 1 - 9 - 15
Agli arrivi di tappa verranno assegnati i seguenti punteggi:
Categoria a e b: (primi 15 classificati) 50, 35, 25, 18, 14, 12, 10, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1
Categoria c: (primi 10 classificati) 25, 18, 12, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1
Categoria d e e: (primi 10 classificati) 15, 12, 9, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1
Ai traguardi volanti verranno assegnati i seguenti punteggi:
Categoria a e b: (primi 8 classificati) 20, 12, 8, 6, 4, 3, 2, 1
Categoria c: (primi 5 classificati) 10, 6, 3, 2, 1
Categoria d: (primi 3 classificati) 8, 4, 1
Il numero massimo di punti ottenibili individualmente è di 1190.
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum, oggi non assegnata.
NOTE: A seconda delle categorie, le salite assegnano diversi punteggi. L'elenco delle salite del Giro d'Italia che assegnano punti per questa speciale classifica è il seguente:
CIMA COPPI
Colle dell’Agnello (19)
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 9 classificati): 45, 30, 20, 14, 10, 6, 4, 2, 1
GPM DI 1a CATEGORIA (10 in totale)
Pian del Falco (10), Monte Maggiore (Matajur) (13), Cima Porzus (13), Passo Pordoi (14), Passo Giau (14), Alpe di Siusi/Seiseralm (15), Risoul (19), Col de Vars (20), Col de la Bonette (20), Colle della Lombarda (20).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 8 classificati): 35, 18, 12, 9, 6, 4, 2, 1
GPM DI 2a CATEGORIA (12 in totale)
Bocca della Selva (6), Roccaraso/Aremogna (6), Le Svolte di Popoli (7), Alpe di Poti (8), Crai (13), Valle (13), Passo Sella/Sellajoch (14), Passo Campolongo (14), Passo Valparola (14), Passo della Mendola/Mendelpass (16), Fai della Paganella (16), Pramartino (18).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 6 classificati): 15, 8, 6, 4, 2, 1
GPM DI 3a CATEGORIA (10 in totale)
Bonifati (4), San Pietro (4), Fortino (5), Scheggia (8), Passo della Collina (10), Pietracolora (10), Sestola (10), Passo Gardena/Grödnerjoch (14), Andalo (16), Sant’Anna di Vinadio (20).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 4 classificati): 7, 4, 2, 1
GPM DI 4a CATEGORIA (5 in totale)
Berg-en-Dal (2), Posbank (3), Valico della Somma (7), Forcella Mostaccin (11), Passo Sant’Eusebio (17).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 3 classificati): 3, 2, 1
Il numero massimo di punti ottenibili individualmente è di 504.
PERCORSO
Tappa 1 – Apeldoorn (Cronometro individuale) 9,8 km
Cronometro interamente cittadina che si snoda lungo ampi viali rettilinei con poche curve ad angolo retto. Lungo il tracciato si incontrano dossi, rotatorie e altri tipici ostacoli stradali dell’arredo urbano. Rilevamento cronometrico intermedio al km 4,8.
Ultimi km
Ultimi chilometri perfettamente pianeggianti caratterizzati da due curve verso destra connesse da tre rettilinei. L’ultima curva immette nel rettilineo di arrivo in asfalto di 600 m (larghezza 6,5 m)
PUNTI D'INTERESSE
APELDOORN – km 0
Il percorso è tracciato per intero nella città di Apeldoorn, piacevole centro della regione del Gelderland che, con circa centocinquantamila abitanti, si connota attraverso la tranquilla bellezza del suo abitato caratteristico, ai margini del grande parco nazionale Hoge Veluwe, istituito nel 1909 come proprietà privata allora, l’area conservativa più estesa d’Olanda. Qui vi dimorano cervi, mufloni e vari altri animali selvatici. Il grande parco occupa una superficie di quasi cinquecentocinquanta ettari, dove al centro del parco, si trova il museo d’arte Kroller-Muller che ricorda i fondatori del parco. È uno “scrigno” prezioso che espone vari dipinti del grande pittore olandese Vincent van Gogh (1853-1890), di Piet Mondrian, anch’egli olandese, e di Pablo Picasso. Accanto alla struttura museale, nell’adiacente giardino di sculture, sono visibili opere di Auguste Rodin, Henry Moore, Lucio Fontana e altri ancora. II visitatori del parco hanno a disposizione, gratuitamente, 1700 biciclette bianche per percorrere i sentieri e le stradine che lo solcano. Notevole è pure il casino di caccia St.Hubertus.
La zona di partenza è prevista nel grande e moderno complesso, completato nel 2008, dell’Omnisportcentrum che comprende un velodromo coperto capace di contenere oltre cinquemilacinquecento spettatori, già sede d’importanti competizioni internazionali, e altre aree e strutture per la pratica di varie discipline sportive oltre a manifestazioni ed eventi vari quali concerti, mostre e altro ancora.
La planimetria del percorso presenta uno sviluppo che si addentra nel cuore della città con lunghe diritture, si costeggia il Kanaal Noord, inaugurato nel 1868 e lungo 52 km che origina a Hattem e termina a Dieren, sempre nel fiume Ijissel. Si supera il ponte di Deventerstraat e si costeggia l’altro lato del canale.
GENERAAL VAN HEUTSZLAAN (rilevamento cronometrico) – km 4,8
APELDOORN LOOLAAN – km 9,8
Si giunge, infine, all’arrivo in Loolaan. Apeldoorn è una città che può contare su una storia importante, di secoli, che l’hanno vista quale residenza estiva della famiglia regnante nella magnificente residenza del castello di Het Loo. La sua costruzione iniziò nel 1648. La commissionò Guglielmo III d’Orange con la consorte, Maria II Stuart, regina d’Inghilterra dal 1688 al 1694. È uno fra i principali edifici del barocco olandese che ha avuto, quale modello di riferimento, la reggia di Versailles. Una scenografia spettacolare è quella del vasto giardino che si estende all’opposto del monumentale ingresso. È stata sempre, per trecento anni circa, la residenza estiva degli Orange-Nassau che fu la casa regnante dal 1815 dei Paesi Bassi. Nel 1962, passò allo stato dopo la morte – qui avvenuta – della regina Guglielmina, per suo volere. Oggi ospita un museo nazionale con preziosi oggetti storici d’arte e del mondo della moda, antiche carrozze e vari pezzi da collezione.
La pregevole e caratteristica struttura moderna dell’Orpheus Theater con vari ambienti e spazi culturali, la caratteristica struttura dei primi anni del 1900, oggi dichiarata monumento, che ospitava gli impianti di Radio Kootwijk, entità importante fino all’avvento dei satelliti per i collegamenti radio, a grande distanza, con le varie colonie e possedimenti olandesi sparsi nel mondo. C’è quindi l’Oranje Park con l’edificio di stile moderno e caratteristico della City Hall, ossia il palazzo comunale, la cattedrale, Grote Kerk nella lingua originale, elegante e monumentale con la torre campanaria, sono altri dei motivi d’interesse.
Parchi, giardini, spazi dedicati, consentono varie attività, culturali e ludiche, quali il Drakenbootfestival, sul Canale, con gare d’imbarcazioni e altre attività che si svolge con successo ogni anno, a fine giugno, oppure l’istruttiva e divertente visita all’Apenheul Primate Park abitato da una grande quantità e varietà di scimmie e, per i più piccoli, l’Amusement Park Julianatoren con molte proposte a loro dedicate. Altri vari luoghi di ritrovo pubblico e quieto divertimento rendono Apeldoorn una meta ricercata del turismo interno e di provenienza estera, magari da visitare in bicicletta, mezzo di cui fanno un largo uso, i suoi abitanti.
COPERTURA TV
Le immagini della 99° edizione del Giro d’Italia verranno distribuite ai quattro angoli del globo: saranno 184 i Paesi collegati con la Corsa Rosa, tramite 29 diversi network televisivi, 24 dei quali trasmetteranno in diretta.
IN ITALIA
RAI – Radio Televisione Italiana, storico host broadcaster dell’evento, garantirà alla Corsa Rosa ampia copertura. Il racconto delle fasi live delle tappe sarà articolato in tre distinte trasmissioni: si comincia con “Prima diretta” su Rai Sport 1, per passare in simulcast anche su Rai 3 e Rai HD a “Giro in diretta” nella fascia oraria 15:10 - 16:15, che lancerà “Giro all’arrivo”, cronaca dell’ora finale di gara fino alle 17:15. Subito a ruota, le tradizionali analisi del dopo gara del Processo alla Tappa con chiusura alle 18:00.
Dalle tappe italiane telecamere puntate anche sulla partenza, con Giro Mattina che dal relativo villaggio trasmetterà su Rai Sport 1 operazioni di firma, interviste e il via della tappa, soffermandosi anche su aspetti di colore. Aneddoti e approfondimenti storici e culturali garantiti dalla rubrica “Viaggio nell’Italia del Giro”.
Per chi non ha la possibilità di seguire l’evento nel pomeriggio, completano il quadro la trasmissione serale TGiro, con il racconto della giornata appena conclusa, a partire dalle 20:00 su Rai Sport 1 e la successiva Giro Notte, riassunto di 90’ della tappa in programma per le 22:45 su Rai Sport 2. Streaming della Corsa Rosa sul sito www.rai.tv.
NEL MONDO
In Italia l’evento potrà essere seguito in diretta anche su Eurosport, che coprirà tutto il continente europeo grazie alle sue trasmissioni on-site in apertura alle 14:15 e al commento in 19 diverse lingue, distribuito in 53 Paesi.
In Francia invece, la diretta delle tappe avrà luogo in esclusiva su beINSports, con approfondimenti direttamente dal campo di gara.
L’emittente pubblica olandese NOS trasmetterà tre ore di diretta delle prime tre tappe aventi luogo sul proprio territorio, oltre agli ultimi 90 minuti delle tappe italiane disputate nei fine settimana e agli highlights giornalieri di ogni frazione.
Copertura televisiva in chiaro in Europa è prevista anche per gli appassionati fiamminghi (con le dirette di VRT), danesi (live su TV2 Denmark), svizzeri (grazie a SRG SSR), spagnoli (diretta su Teledeporte e sull’emittente basca EITB) e kazaki, con gli highlights trasmessi da Kaz Sports.
La Corsa Rosa sbarca in America Latina grazie al network ESPN, che coprirà l’evento in diretta grazie al commento portoghese in Brasile, inglese nei Caraibi e in spagnolo nei rimanenti Paesi del Sudamerica. Ampia scelta per gli appassionati colombiani, che potranno sintonizzarsi per seguire il live anche su RCN e su Señal Colombia. TDN garantirà la diretta in Messico e America Centrale, mentre beIN Sports trasmetterà negli Stati Uniti e RDS per il pubblico francofono del Canada.
Giro d’Italia anche sugli schermi di Medio Oriente e Nord Africa grazie alle dirette di beIN Sports, mentre in Sudafrica e Africa Subsahariana l’evento sarà visibile su vari canali dell’emittente Supersport.
In Asia, lo spettacolo della Corsa Rosa verrà offerto in diretta in 16 Paesi grazie a Eurosport Asia Pacific; J Sports trasmetterà live in esclusiva in Giappone, altrettanto farà LeTV in Cina.
Gli highlights della gara saranno poi visibili su FPT Telecom in Vietnam, mentre a beneficio del pubblico thailandese le fasi salienti delle tappe sono in programmazione sia su True Visions che su NOW26.
In Australia si conferma anche nel 2016 grande interesse per il Giro: SBS trasmetterà tutte le 21 le tappe in diretta, mentre Fox Sports ne offrirà gli highlights. Sia dirette, sia riassunti giornalieri in Nuova Zelanda grazie a Sky.
Infine, le immagini della Corsa Rosa verranno distribuite in tutto il mondo attraverso la piattaforma SNTV - Sports News Television e grazie a Sport24, il canale sportivo 24 ore su 24 rivolto al pubblico dei passeggeri di aerei e navi da crociera.

Parte di questa video-storia