Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Agrigento (Sicilia) - 8 Ottobre 2010

Blitz antidroga

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Gli interrogatori degli arrestati nell'operazione antidroga denominata "Sorgente" non hanno portato ad alcun risultato. Le quindici persone arrestate dagli agenti della Squadra mobile di Agrigento e del Commissariato di Canicattì, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, davanti al Gip hanno fatto scena muta, avvalendosi della facoltà di non rispondere. Undici degli arrestati rinchiusi nel carcere di contrada Petrusa, sono comparsi tra il pomeriggio di giovedì e stamattina, davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico. Si tratta di Carmelo Giardina, 25 anni, Fabio Li Vigni, 34 anni, di Palermo, Carmelo Corbo, 32 anni, di Canicattì, Calogero Messina, 28 anni, di Caltanissetta, Angelo Brunetto, 23 anni, di Agrigento, Salvatore Puma, 33 anni, di Agrigento, Eleonora Salamone, 22 anni, di Favara, Mario Fucà, 25 anni, di Agrigento, Diego Sciascia, 45 anni, di Canicattì, Vincenzo Di Franco, 55 anni, di Canicattì, Salvatore Gettino, 29 anni, di Canicattì. Gli altri quattro detenuti nella casa circondariale di Sciacca, Vincenzo Guagenti, 25 anni, di Caltanissetta, Francesco Gallo, 26 anni, di Canicattì, Sergio Rosario Condello, 25 anni, di Canicattì, Francesco Gallo, 25 anni, di Canicattì e Fabio Corbo, 25 anni, di Canicattì, sono comparsi nel pomeriggio di oggi, davanti al Gip del Tribunale saccense, Giuseppe Miceli. Lunedì mattina toccherà agli altri quattro indagati nell'inchiesta antidroga, posti agli arresti domiciliari, l'avvocato Calogero Mattina, 56 anni, di Palermo, residente a Racalmuto, Marco Ragusa, 20 anni, di Canicattì, Giacinto Piazza,20 anni, di Canicattì, e Ivan Luca Alaimo, 24 anni, di Canicattì. Le 19 persone raggiunte dal provvedimento di custodia cautelare nell'inchiesta "Sorgente" sono difesi dagli avvocati difensori, Anna Americo, Ninni Giardina, Lillo Meli e Gigi Restivo. Quest'ultimo difensore dell'ex presidente del Consorzio "Tre sorgenti" l'avvocato Mattina. Hanno dunque fatto tutti scena muta, e verosimilmente sarà così anche lunedì nella seconda tranche degli interrogatori.