Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Milano (Lombardia) - 18 Maggio 2010

Basilica di San Lorenzo (Milano)

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

La Basilica di San Lorenzo di Milano è una basilica paleocristiana edificata in età romana e più volte rimaneggiata nel corso dei secoli. E' una delle chiese più antiche, importanti e famose di Milano. Fu eretta tra la fine del IV e l'inzio del V secolo. La datazione esatta è dubbia, come lo sono il committente e le circostanze della sua fondazione. Secondo alcuni studiosi San Lorenzo va fatto coincidere con la Basilica Portiana, fatta edificare dall'Augusto d'Occidente (Valentiniano I, o Valentiniano II) a favore del vescovo milanese Aussenzio (355-372) di fede ariana. Se ciò fosse vero, San Lorenzo sarebbe antecedente alla fondazione delle quattro basiliche ambrosiane. A favore di questa tesi è il fatto che la Basilica Portiana, citata in molte fonti che riportavano la lotta di Ambrogio per sottrarla agli ariani, non è mai stata identificata con certezza dagli archeologi. Una seconda tesi fa datare la fondazione della chiesa a un periodo posteriore tra il 390 e il 402 e attribuisce la commissione a Teodosio I, o Stilicone. I fautori di questa tesi si dividono sulla funzione dell'edificio: per alcuni una basilica imperiale che ribadisse il ruolo di Milano come capitale d'Occidente, in rivalità con Roma e Costantinopoli, per altri un mausoleo per la dinastia teodosiana. Ciò che è certo è che alla sua costruzione la Basilica era il più grande edificio a pianta centrale dell'Occidente. La dedica del tempio a San Lorenzo martire è attestata solo dal 590, quando Milano era già sotto dominio longobardo. Le colonne di San Lorenzo, situate di fronte alla basilica di San Lorenzo in corso di Porta Ticinese, rappresentano uno dei rari reperti romani di Milano insieme ai pochi resti dell'anfiteatro, del teatro, delle terme erculee, del circo e di poche altre tracce della Milano imperiale. Si tratta di sedici colonne in marmo con capitelli corinzi, che sostengono la trabeazione che fu di un edificio romano risalente al III secolo, probabilmente delle grandi terme volute dall'imperatore Massimiano. Le colonne vennero trasportate nell'attuale locazione nel IV secolo a completare la nascente Basilica di San Lorenzo. Appoggiati alla basilica vi sono altri corpi, tra cui notevole è la cappella di Sant'Aquilino con mosaici di età romana. La retrostante Piazza Vetra fu invece per vari secoli il luogo dove venivano eseguite le sentenze capitali dei condannati a morte ed i roghi delle presunte "streghe".