Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Russia, Estero - 29 Marzo 2010

Annuncio alla tv russa degli attentati

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Erano sei anni che non si verificavano attentati nella metro Mosca: ecco un breve riepilogo dei principali episodi di terrorismo nella capitale russa dal 1999 ad oggi. 8 SET 1999: nella notte una bomba esplode e distrugge un edificio di nove piani, nel quartiere Piciatniki, alla periferia di Mosca. Nell'attentato muoiono 92 persone, i feriti sono 200. 13 SET 1999: una bomba esplode e distrugge un edificio di sette piani a Mosca, lungo il viale Kashirskoe. Nell'attentato muoiono 118 persone, tra cui 13 bambini. Neanche questo è rivendicato, ma sarà una delle cause dell'intervento russo in Cecenia, il 1 ottobre dello stesso anno. 8 AGO 2000: 13 morti e 92 feriti, nell' attentato compiuto con una ordigno esplosivo nei sottopassaggi di piazza Puskhin, a poca distanza del Cremlino. 23-26 OTT 2002: il sanguinoso episodio del sequestro collettivo nel teatro Dubrovka di Mosca. Uccisi i 41 guerriglieri del commando ceceno, muoiono però 129 ostaggi la quasi totalità avvelenati dai gas usati dalle forze speciali della polizia. 5 LUG 2003: nell'aerodromo di Tushino (Mosca) due ragazze, di cui una di origine cecena, fanno esplodere le loro cinture al plastico in mezzo a una folla di giovani che attendevano di entrare a un raduno di musica rock. Nell'attentato restano uccise 15 persone, comprese le due terroriste, 59 i feriti. 9 DIC 2003: una donna kamikaze si fa esplodere davanti all'hotel National, nella centralissima via Tverskaia di Mosca, a poche decine di metri dalla Duma causando sei morti, fra cui la stessa attentatrice, e 13 feriti. 6 FEB 2004: una bomba, forse trasportata da uno o più kamikaze, esplode su un convoglio della metropolitana tra le stazioni Paveletskaia e Avtozavodskaia, a ridosso del centro di Mosca. L'esplosione causa 41 morti e 134 feriti. 31 AGO 2004: alla vigilia della presa degli ostaggi di Beslan, una donna kamikaze si fa esplodere di pomeriggio, in un'ora di punta, all'esterno della stazione Riskaia, causando la morte di 10 passanti. 21 AGO 2006: un ordigno rudimentale esplode nel grande mercato di Cerkizovski, alla periferia della capitale, con un bilancio di dieci morti e una cinquantina di feriti. Tre giovani del movimento xenofobo Unione Nazionale Russa, confessano giorni più tardi le proprie responsabilità. 29 MAR 2009: due esplosioni, forse ad opera di kamikaze, si verificano nella stazioni di Lubianka, dove si trova la sede storica dei servizi di sicurezza, l'Fsb (l'ex Kgb), e di Park Kulturi, vicino al leggendario Gorki Park: il bilancio provvisorio è di almeno 37 morti ed una trentina di feriti.