Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Paesi Bassi, Estero - 12 Gennaio 2010

Addio a Miep Gies, l'angelo di Anna Frank

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Ad Amsterdam MIep Gies diede rifugio alla famiglia Frank e custodì il diario della giovane Anna. E' deceduta ieri all'età di 100 anni in una casa di riposo olandese.
Tra il luglio 1942 e l'agosto 1944, Miep Gies e tre suoi colleghi accettarono di aiutare i perseguitati fornendo loro riparo, sostentamento e cure presso il 263 di Prisengracht, Amsterdam. Fu lei a scoprire i diari di Anna nell'appartamento rimasto vuoto dopo che la Gestapo aveva scoperto, per una soffiata anonima, il nascondiglio della famiglia Frank e di altri quattro ebrei. Dopo essere venuta a conoscenza della morte per tifo di Anna nel campo di Bergen-Belsen, consegnò l'insieme di fogli e taccuini all'unico superstite della famiglia, il padre Otto, che li organizzò in un diario e li pubblicò nel 1947.