Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Forio (Napoli, Campania) - 18 Febbraio 2009

A Forio Mortificata Memoria Morto Su Lavoro

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Nel corso del Telegiornale di Teleischia, condotto dalla giornalista Carmen Cuomo, mostrate le immagini del movimentato Consiglio comunale in cui l'Amministrazione comunale di Forio ha mortificato la memoria di un lavoratore morto sul lavoro sottraendogli l'intitolazione del primo tratto di strada che anni fa gli era stato dedicato.
www.pcimltv.blogspot.com. Per contatti: gennarosavio@gmail.com.
Il primo e principale tratto di strada che gli era stato intestato negli anni addietro è stato assegnato al musicista Sir William Walton
FORIO: MORTIFICATA LA MEMORIA DI FRANCESCO CALISE, OPERAIO EDILE MORTO SUL LAVORO
Nel corso di un vivace Consiglio comunale caratterizzato dalla presenza delle telecamere di PCIML-TV e dallo scontro tra il Sindaco Franco Regine e Gennaro Savio, l'Amministrazione comunale utilizzando la forza dei numeri, ha deliberato di cancellare il nome di Francesco Calise dal primo tratto di strada che gli era stato intitolato dopo la sua tragica morte avvenuta nel mentre lavorava alla sua realizzazione. Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista chiede l'immediata revoca della delibera.
dalla Redazione di PCIML-TV*
Si è tenuta, martedì 16 febbraio 2009, la seduta del Consiglio comunale di Forio con all'ordine del giorno, tra l'altro, la sostituzione del nome del primo tratto di strada intestato a Francesco Calise, operaio foriano morto sul lavoro.
E siamo proprio all'inizio di via Francesco Calise, l'operaio edile di Forio che morì per un grave incidente sul lavoro proprio mentre lavorava al completamento di questa stupenda strada panoramica e a cui, per questo motivo, negli anni addietro gli fu giustamente intestata
Ebbene, con una scelta politica a dir poco scellerata, l'Amministrazione comunale ha deciso di cambiare nome al primo e principale tratto di strada intitolato a Francesco Calise per dedicarlo, si legge nella motivazione "alla nobile figura di Sir William Wolton", l'illustre musicista inglese che scelse il Comune Forio per trascorrervi, assieme alla moglie signora Susanna Gil, i suoi ultimi 35 anni di vita nella proprietà da essi creata e sviluppata, La Mortella, dove, attualmente, sono custodite le ceneri del musicista. Oggi "La Mortella" è una Fondazione la quale, oltre a ospitare un prestigioso giardino con piante particolari e uniche che giungono da ogni parte del mondo, organizza ogni anno importanti recital e concerti di musica sinfonica. Il Segretario generale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista Domenico Savio, appreso dalla stampa la notizia del cambio di intestazione del nome del primo tratto di strada di Francesco Calise, ha immediatamente scritto al Sindaco e ai Consiglieri comunali di Forio una lettera in cui, ricordando con viva commozione la figura dell'operaio foriano morto tragicamente per poter portare il pane a casa e rammentando che un caduto sul lavoro è un martire del progresso umano e sociale e come tale va doverosamente e materialmente ricordato, chiedeva di non deliberare la modifica dell'attuale percorso stradale e di intitolare a Sir William Walton un diverso tratto di strada del Comune di Forio. A inizio di seduta del Civico consesso, i Dirigenti del PCIML hanno consegnato a tutti i Consiglieri comunali e al pubblico presente la richiesta avanzata da Domenico Savio dopodiché l'argomento è stato introdotto dagli Assessori Michele Calise e Nicola Monti
Contro la cancellazione del primo e principale intestato alla memoria del caduto sul lavoro Francesco Calise avanzata dall'Amministrazione cosiddetta di centrosinistra che vede accumunati nella gestione e spartizione del potere politico capitalistico locale socialisti, veltroniani, rutelliani, rifondaroli e persino forza italioti, si è schierata l'opposizione comunale degli ex democristiani che nei decenni passati su proposta di Democrazia Proletaria avevano deliberato e intestato quel tratto di strada a Francesco Calise.
Ma la cosa più grave e vergognosa venuta fuori durante la discussione e che ha letteralmente indignato il pubblico presente, è che ne il Sindaco Franco Regine ne tantomeno i componenti della sua Amministrazione hanno avvertito il dovere morale di informare la famiglia e i congiunti di Francesco Calise circa la cancellazione del principale tratto di strada intitolato alla sua memoria: scandaloso!
Dopo l'acceso dibattito e usando con arroganza la forza dei numeri di cui dispone in Consiglio comunale anche dinanzi alla memoria di un morto sul lavoro, l'Amministrazione Regine ha approvato la cancellazione del principale tratto di strada.
Questa la richiesta che Savio aveva avanzato al Consiglio comunale di Forio:

Questo il testo della richiesta avanzata da Savio:

Al signor Sindaco
e ai Consiglieri comunali
del Comune di FORIO (NA)

Oggetto: l'attuale percorso di via Francesco Calise rimanga per intero intitolato alla memoria dell'operaio morto tragicamente durante l'esecuzione dei lavori per il completamento di quel tracciato stradale.

Il sottoscritto Domenico Savio, Segretario generale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista,
APPRESO dalla stampa che l'amministrazione comunale di Forio ha posto all'ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale, convocato per lunedì 16 febbraio 2009 alle ore 20.00, la proposta di cambiare nome a un tratto di strada già intitolato all'operaio Francesco Calise per dedicarlo "alla nobile figura di Sir. William Walton";
RICORDATO con viva commozione la figura dell'operaio foriano Francesco Calise, che morì per un grave incidente sul lavoro proprio mentre lavorava al completamento di quella strada panoramica e che in seguito gli fu giustamente e degnamente intitolata;
RITENUTO che la figura e l'opera dello sfortunato Francesco Calise non siano meno nobili di quelli di Sir. William Walton e che l'intellettuale e l'operaio, anche se con talenti e operosità diverse, contribuiscono ugualmente allo sviluppo e all'arricchimento della società umana;
RAMMENTATO che un caduto sul lavoro è un martire del progresso umano e sociale e che come tale va doverosamente e meritatamente ricordato e che a nessuno è consentito ridimensionarlo nel rammentarlo alle future generazioni per far posto al ricordo di un altro defunto, seppur nobile di origine o per meriti, che, tra l'altro, in vita fortunatamente non ha conosciuto il dramma della morte per procurarsi da magiare per sé e la propria famiglia,

CHIEDE

al signor Sindaco e a tutti i Consiglieri comunali di Forio di non deliberare, per le pregnanti motivazioni sopra riportate, la modifica della denominazione dell'attuale percorso stradale intitolato alla figura dell'operaio Francesco Calise, morto tragicamente durante l'esecuzione dei lavori per il completamento di quel tracciato stradale. A Sir. William Walton si può intitolare un diverso tratto di strada del Comune di Forio.
Distinti saluti.
Forio, 16 febbraio 2009.
Domenico Savio
Segretario generale del P.C.I.M-L.

Più visti della settimanaTutti