Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Napoli (Campania) - 19 Luglio 2010

Abbattimento A Pianura: Proprietaria Colpita Da Malore

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

DRAMMA A PIANURA: GLI VANNO AD ABBATTERE LA CASA E LEI ACCUSA UN MALORE. IN RITARDO I SOCCORSI, SCOPPIANO LE POLEMICHE

di Gennaro Savio*

Stamattina lunedì 19 luglio 2010, così come ampiamente previsto, a Pianura in via Torciolano sono arrivate le ruspe di Stato scortate dalle Forze dell'Ordine per abbattere le prime case di necessità dei figli della signora Eva Russolillo che proprio ieri pomeriggio avevamo intervistato nel corso della manifestazione di protesta tenutasi a Pianura e nella quale aveva esternato tutta la sua rabbia per quanto gli stava per accadere. Poco dopo che le ruspe sono giunte sul posto, i cittadini che si erano recati in via Turciolano per portare solidarietà alla famiglia Russolillo, hanno assistito a un vero e proprio dramma che fortunatamente non si è concluso in tragedia. Distrutta e minata psicologicamente e fisicamente da mesi per aver subito la condanna all'abbattimento della casa, improvvisamente la signora Eva si è sentita male e si è accasciata al suolo. Secondo le testimonianze raccolte, al momento del malore mancava l'autoambulanza che giungeva sul posto solo dopo parecchio tempo. Per la cronaca, dopo qualche ora dal loro arrivo, le ruspe hanno lasciato via Turciolano perché alla signora Eva, che nel frattempo era stata trasferita in ospedale, è stato concesso l'auto abbattimento che dovrà essere completato entro dieci giorni. L'incubo vissuto questa mattina dalla signora Eva, nei prossimi giorni sarà fatto vivere a migliaia e migliaia di famiglie della regione Campania da quello Stato inadempiente che ha costretto i cittadini a costruirsi la casa abusivamente non avendoli messi in condizione di farlo nella legalità.
Il prosieguo degli abbattimenti in Campania, rappresenta una vergogna politica, umana e sociale per tutti quei governanti come il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la Ministra Mara Carfagna che in campagna elettorale hanno avuto il coraggio di strumentalizzare questa tragedia sociale assicurando i cittadini che correvano il rischio dell'abbattimento della propria casa che dopo aver vinto le elezioni regionali in Campania avrebbero definitivamente risolto il problema. La Carfagna in un incontro elettorale a sant'Antonio Abate, assicurò persino che non sarebbe stato abbattuto neppure più un pilastro di una casa dopo la loro vittoria alla Regione: che vergogna!!!
? Direttore di PCIML-TV ? www.pcimltv.blogspot.com

Più visti della settimanaTutti