Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Lacchiarella (Milano, Lombardia) - 9 Ottobre 2011

100%animalisti - Tensioni Al Palio Delle Oche

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- DOWNLOAD EMBED

  • Dimensioni: -
    Autoplay: Si No

Presidio a Lacchiarella, a difesa delle Oche.

Domenica 9 ottobre a Lacchiarella (Milano) si è tenuta la sagra annuale, nel corso della quale si corre il Palio dell'Oca: alcune povere Oche, legate con tiranti, vengono costrette a percorrere un lungo tratto di corsa tra la gente che urla e alcuni bifolchi travestiti da bifolchi che le incitano. Una "gara" assurda, che porta solo stress agli Animali usati come oggetti per divertire un pubblico di basso livello culturale.

Trenta militanti CENTOPERCENTOANIMALISTI, Animalisti Italiani e Animalisti Indipendenti, anche quest'anno hanno tenuto un presidio di protesta contro lo sfruttamento e il maltrattamento delle Oche.

Ma "qualcuno" in paese, memore dell'efficacia del presidio dell'anno scorso, ha cercato di limitare il diritto degli Animalisti di manifestare: al presidio era stato destinato un sito lontano centinaia di metri dal luogo dell'evento.

Nonostante ciò, i militanti con il loro fermo atteggiamento sono riusciti ad ottenere una posizione a venti metri dal percorso del palio.

Alcune decine di adolescenti in crisi, fomentati da pochi adulti nascosti tra loro (come l'anno scorso) hanno tentato una squallida opposizione al presidio degli Animalisti; restando però ben lontani e protetti dallo schieramento di polizia che impediva ai nostri di muoversi.

La distanza ha impedito contatti ravvicinati, come quelli dell'anno scorso, che si sono risolti molto male per i provocatosi di paese. Ma a un certo punto dal gruppo dei bulletti da quatto soldi locali è partito un lancio di uova, diretto contro i nostri militanti. Ma, per imperizia o stupidità dei lanciatori, le uova hanno colpito i poliziotti che facevano cordone davanti al nostro presidio. Ne è conseguito che gli agenti, giustamente arrabbiati, hanno cacciato a "calci nel sedere" i bulletti di Lacchiarella, relegandoli in un angolo.

Il presidio è proseguito fino alle 18 30.

In definitiva, la "festa" ha visto molte meno presenze dell'anno scorso. Il clima che si respirava non era certo di festa. Come dire: "Festa blindata, Festa rovinata".

Solo togliendo le Oche dalla stupida corsa la festa potrebbe ritrovare serenità.

CENTOPERCENTOANIMALISTI continuerà la lotta contro l'uso delle Oche. I paesani di Lacchiarella hanno fatto anche quest'anno una ben misera figura, mostrando di avere una mentalità retrograda e fuori dal tempo: non hanno capito che il medio evo è finito!