Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Degrado shock
DEGRADO SHOCK
VIDEO-MAPPA Condividi su FACEBOOK Condividi su TWITTER
  • La Maddalena3 settimane fa
    video La Maddalena, fiamme in ecocentro a 6 compattatori rifiuti
    La Maddalena, fiamme in ecocentro a 6 compattatori rifiuti
    Dalle ore 23:00 di ieri, tre squadre dei Vigili del Fuoco sono impegnate nello spegnimento dell'incendio di 6 compattatore di rifiuti presso l'Ecocentro de La Maddalena provincia di Sassari. Sono in corso le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dello scenario
  • Melito Di Porto Salvo3 settimane fa
    video Melito PS.  Liquami fognari, a rischio la salute pubblica
    Melito PS. Liquami fognari, a rischio la salute pubblica
    Melito Porto Salvo (RC). Liquami fognari non depurati a cielo aperto in via Rumbolo, ad alto rischio la salute pubblica. Scrivo nella qualità di Referente unico dell’A.N.CA.DI.C, - associazione che promuove e tutela il patrimonio paesaggistico, l’ambiente salubre e la viabilità - per rappresentare la necessità di adottare urgenti provvedimenti finalizzati a rimuovere una condizione di potenziale pericolo per la salute pubblica e di danno all’ambiente, determinata da uno scarico fognario senza alcun tipo di depurazione presente in contrada Rumbolo di Melito di Porto Salvo e sull’arenile marittimo. In buona sostanza, lungo il sottopasso di contrada Rumbolo che conduce al mare, da una tubazione in PVC di colore rosa posta verticalmente a ridosso del muro stradale (lato Reggio), situata a pochi metri dal ponte Ferroviario (ed a monte di quest’ultimo), è stato constatato lo scarico di una consistente quantità di liquami fognari non depurati sul marciapiede (lato Reggio Calabria) che delimita il predetto sottopasso. Questi liquami, rendono il marciapiede praticamente impraticabile ai pedoni, invadono in maniera rilevante la carreggiata del sottopasso con grave pregiudizio anche alla circolazione veicolare e confluiscono in una cunetta stradale per la raccolta delle acque piovane (sormontata da grata metallica e posta proprio al di sotto del ponte ferroviario). Si evidenzia, inoltre, che proprio alla fine del sottopasso di Contrada Rumbolo, incassata nel muro di contenimento del lungomare dei Mille di Melito Porto Salvo (lato mare), è presente una grossa tubazione che scarica le acque fognarie non depurate proprio sul sottostante arenile marittimo. E’ apodittico ritenere che queste acque fognarie, mischiandosi a quelle marine, vadano ad inquinare le circostanti acque costiere e, di conseguenza, pregiudicare l’equilibrio dell’intero ecosistema marino. Ma non solo, questi liquami (non depurati), allo stato attuale, purtroppo godono di periodo di stagnazione più o meno lungo sulla spiaggia sottostante - normalmente frequentata durante la stagione estiva da numerosi bagnanti – ed è ampiamente risaputo che acque di scarico non depurate contengono una serie di contaminanti ad alto impatto ambientale (solidi sospesi, sostanze organiche, ammoniaca, idrogeno solforato, composti del fosforo e dell’azoto, tensioattivi, batteri patogeni), alcuni di questi, addirittura in grado di provocare epidemie. Lo scarico anzidetto avviene in maniera discontinua ed a distanza di tempo di circa cinque minuti. La ricognizione dei luoghi ha permesso di riscontrare altresì che all’inizio del succitato sottopasso (lato monte), precisamente all’interno del muro di contenimento della sede stradale ed adiacente allo stesso, è stato a suo tempo predisposto e realizzato un tombino che raccoglie le acque fognarie e le convoglia in una cunetta di cemento a cielo aperto che prosegue in direzione mare. Di queste acque fognarie si sconosce la provenienza ma non si può escludere che esse, proseguendo verso mare, vengono convogliate nella predetta tubazione in PVC e scaricano sul marciapiede del sottopasso di C.da Rumbolo. Sullo stesso muro ove è posizionata questa tubazione di scarico, adiacente, tra l’altro, alla cunetta ove scorrono le predette acque fognarie, si riscontrano vistosi segni verticali di colore scuro verosimilmente riconducibili a delle correlate infiltrazioni. La zona è altamente popolata ed a pochi metri dalla succitata cunetta insistono delle abitazioni. Tanto si segnala per tutti gli accertamenti di competenza e l’adozione di urgenti provvedimenti a tutela della salute della collettività ed a salvaguardia della viabilità e dell’ambiente. Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto"
  • Grosseto3 settimane fa
    video Grosseto, dove tutto torna a galla
    Grosseto, dove tutto torna a galla
    Si sversa in un canale, proprio vicino alla discarica: la video-denuncia delle 'Iene Maremmane'.
  • Tivoli3 settimane fa
    gallery Nuova discarica a Corcolle? La Soprintendenza dice
    Nuova discarica a Corcolle? La Soprintendenza dice "NO" ( e ne chiede il blocco)
    Ai confini tra il Comune di Tivoli e quello di Roma. Si trattava si ampi invasi di cava, tra Corcolle e San Vittorino. Avrebbero dovuto 'accogliere' macerie, detriti, inerti, provenienti dalle zone terremotate di Amatrice ed Accumoli. I lavori erano già in corso, come si vede nelle foto di qualche giorno fa. Il problema? Troppo vicini alla 'Buffer Zone' del sito UNESCO di Villa Adriana, la zona di rispetto. La Soprintendenza ha bloccato tutto. Per ora.
  • Tivoli3 settimane fa
    video Pontelucano (Tivoli): ecco la 'Vergogna Aniene'
    Pontelucano (Tivoli): ecco la 'Vergogna Aniene'
    A quasi un mese dalle intense piogge che innalzarono il livello del fiume provocando la discesa si ogni tipo di detriti presso l'area Archeologica adiacente al Sepolcro dei Plauzi la situazione è ancora questa. Non sono bastate le proteste dei cittadini, un Esposto del Sindaco di Tivoli presso la Procura della Repubblica e una vista desolante a far si che la 'burocrazia' si mettesse in moto evitando un discutibile 'scaricabarile' tra una miriade di 'Enri e Pertinenze'. Immagini del 24 Gennaio 2018, ore 14
  • Roma3 settimane fa
    video Roma, da Tiburtina a p.za Bologna niente emergenza rifiuti
    Roma, da Tiburtina a p.za Bologna niente emergenza rifiuti
    Siamo scesi a Roma per guardare ciò che accade realmente su quella che è stata chiamata impropriamente emergenza rifiuti, perchè impropriamente? Lo spiega Raniero Maggini, responsabile WWF di Roma: " Quella di Roma non è un'emergenza perché non è qualcosa che accade all'improvviso inaspettatamente. Il fatto che con Natale si sarebbe creata questa situazione si sapeva. Ciclicamente il problema si ripropone. Dunque è un'amara quotidianità. Non ha nulla di emergenziale. Sicuramente, è un dato oggettivo, la situazione odierna è dovuta a decenni di irresponsabilità. Bisogna ricordare che per un decennio la Regione è stata commissariata, a partire dal 2000. Un commissariamento che ha largamente deresponsabilizzato la politica. Diciamo questo perché se negli anni si fossero prese una serie di scelte oggi non parleremmo di emergenze." Fonte: vita.it Ermanno Torri
  • Roma4 settimane fa
    video Roma: Raggi trova 12.000 scrocconi che non pagano spazzatura
    Roma: Raggi trova 12.000 scrocconi che non pagano spazzatura
    I primi dodicimila “scrocconi della spazzatura”, dodicimila persone che non hanno mai pagato i servizi per la raccolta dei rifiuti a Roma e che sporcano la città. E con questo video che la sindaca di Roma informa i cittadini di quanto è stato scoperto Ecco il post scritto sui social - Dodicimila persone che da anni “campano” sulle spalle di chi, invece, fa il proprio dovere e paga le bollette anche al posto loro. Per questi è arrivato il momento di pagare e di contribuire a mantenere pulita Roma. Abbiamo scoperto questi “scrocconi” grazie all’avvio del nostro piano di raccolta “porta a porta” in due Municipi della città. Abbiamo inviato il personale di Ama in strada per verificare quante persone coinvolgere nel nostro piano e abbiamo scoperto l’esistenza di queste prime dodicimila “utenze fantasma”. Un vero e proprio scandalo sul quale le precedenti amministrazioni non sono intervenute. Questi dati ci fanno capire che stiamo andando nella direzione giusta, ci spingono a continuare su questa strada. Individueremo tutti gli “scrocconi”, che in questi anni hanno fatto i loro comodi, e li costringeremo a pagare e tenere pulita Roma.
  • Tivoli4 settimane fa
    gallery Ambiente. Raccolta RAEE a Villa Adriana: un successo!
    Ambiente. Raccolta RAEE a Villa Adriana: un successo!
    Sabato di 'Miniera Urbana' a Villa Adriana. Personale di ASA e Congeav impegnati nella raccolta di materiale elettrico/elettronico/ingombranti. Il risultato: 6 'scarrellabili' riempiti di materiale destinato alla differenziata . L' 'Ambiente' sentitamente ringrazia..
  • Tivoli4 settimane fa
    video Tivoli. Recuperata (con difficoltà) la carcassa del cinghiale nell' Aniene
    Tivoli. Recuperata (con difficoltà) la carcassa del cinghiale nell' Aniene
    Attenzione: immagini cruente che potrebbero urtare la sensibilità di alcuni. Queste le fasi finali del recupero della grossa carcassa di cinghiale avvistata da noi ieri presso le arcate ostruite del ponte romano presso il Sepolcro dei Plauzi, a Pontelucano. . All'operazione hanno collaborato oltre alla Polizia Locale di Tivoli, presente sul posto, in primo luogo i volontari di Protezione civile NVG di Guidonia. Presente anche la Congeav di Tivoli
  • Roma1 mese fa
    video Roma: un chilometro di rifiuti al posto del guardrail
    Roma: un chilometro di rifiuti al posto del guardrail
    C'è poco da investire su personale, mezzi e risorse dell'Ama, se poi nella stragrande maggioranza degli abitanti manca la cultura della civiltà e del decoro urbano: ma si fa ancora "educazione civica" a scuola? Questo impressionante camera car girato da un automobilista alla periferia della capitale dice tutto...
  • Gaeta1 mese fa
    video Ecco cosa resta nelle reti tirate su dai pescatori di Gaeta
    Ecco cosa resta nelle reti tirate su dai pescatori di Gaeta
    Pesca grossa sul litorale laziale, ma di rifiuti, e di ogni genere: conviene aprire un emporio piuttosto che una pescheria!
  • Catania1 mese fa
    video Rifiuti buttati in strada da giorni col bidone vuoto accanto
    Rifiuti buttati in strada da giorni col bidone vuoto accanto
    Non c'è legge o misura anti-rifiuti di fronte all'inciviltà pura di tanti connazionali: la denuncia di un cittadino catanese, ignorata dal comune.
  • Tivoli1 mese fa
    video Tivoli, anche una carcassa di cinghiale nell'Aniene ostruito
    Tivoli, anche una carcassa di cinghiale nell'Aniene ostruito
    Sito Archeologico di Pontelucano. La 'comparsa' di quella che con molta probabilità è la carcassa di un grosso cinghiale, risale a non più di 24 ore. I resti dell'animale, trascinati dalla corrente sono stati fermati dalle tonnellate di detriti che, a Pontelucano, stanno bloccando da settimane il fiume Aniene. Sul fronte della bonifica, nessuna novità neanche dopo l'Esposto che il Sindaco di Tivoli ha consegnato presso la Procura del Tribunale di Tivoli
  • San Severo1 mese fa
    video Rifiuti San Severo: tutto quello che non ha fatto il sindaco Miglio
    Rifiuti San Severo: tutto quello che non ha fatto il sindaco Miglio
    #AMBIENTE??? I NUMERI DELL'AMMINISTRAZIONE MIGLIO. 1) La raccolta differenziata è passata dal 58% del 2013 (4 anni fa) al 53% del 2017. È uno dei pochi Comuni d'Italia ad aver ridotto la percentuale di differenziata e aver peggiorato la qualità del servizio. Chi nel 2013 era ai livelli di SAN SEVERO oggi è stabilmente sopra il 70%, chi oggi è ai livelli di SAN SEVERO nel 2013 era sul 20%. 2) Il Comune di San Severo non partecipa ad un bando di finanziamento, con scadenza dicembre 2016, per migliorare la qualità del servizio di raccolta. Allo stesso bando partecipano invece Comuni della grandezza di San Severo con i seguenti risultati. Trani 1.100.000 Euro Cerignola 800.000 Euro Manfredonia 500.000 Euro. Video girato con YouLive per denunciare la situazione.
  • Catania1 mese fa
    video Intorno all'Etna è pieno di discariche: la video-denuncia
    Intorno all'Etna è pieno di discariche: la video-denuncia
    Spazza-tour col cellulare per le strade provinciali etnee, attorno al vulcano siciliano.
  • Teramo1 mese fa
    video Teramo bocciata come città della cultura: c'è un motivo...
    Teramo bocciata come città della cultura: c'è un motivo...
    L'allucinante odissea dell'Istituto Ravasco di Teramo, una delle tante troppe opere pubbliche abbandonate da decenni al degrado, mente si continua a colare cemento per nuovi palazzi. Video e notizia del sito di cronaca locale 'I Due Punti', il link: https://iduepunti.it/16-01-2018/vandali-allistituto-ravasco-di-teramo-sul-posto-la-polizia-municipale-e-i-vigili-del
  • Ischia1 mese fa
    video Ischia Degrado Shock In Mercato Comunale, Sindaco Intervieni
    Ischia Degrado Shock In Mercato Comunale, Sindaco Intervieni
    CHE VERGOGNA, A DUE MESI DALLA NOSTRA DENUNCIA GIORNALISTICA NON ANCORA RIMOSSI I CUMULI DI RIFIUTI PRESENTI NEL MERCATO COMUNALE DI ISCHIA: COSA ASPETTA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE AD INTERVENIRE? Per terra c’è di tutto. Rifiuti ingombranti, brik di vino, cartoni, cartacce, bottiglie di vetro e di plastica e persino un assorbente, il tutto “condito” da una terribile puzza di urina. Ma com’è possibile tollerare una situazione igienico sanitaria così precaria in un luogo pubblico e, soprattutto, in una struttura dove sono presenti commercianti e dove si recano cittadini e giovani sportivi? di Gennaro Savio Alla fine del mese di novembre con un dettagliato servizio giornalistico denunciammo la presenza di puzzolenti cumuli di rifiuti ammassati all’interno del mercato comunale di Ischia. Ebbene, a circa due mesi di distanza dalla nostra denuncia giornalistica, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Ferrandino non ha ancora avvertito il dovere di far rimuovere quei rifiuti e con essi la precaria situazione igienico sanitaria venutasi a creare in una struttura frequentata nelle ore pomeridiane anche da giovani sportivi. Per terra c’è di tutto. Rifiuti ingombranti, brik di vino, cartoni, cartacce, bottiglie di vetro e di plastica e persino un assorbente, il tutto “condito” da una terribile puzza di urina. Ma com’è possibile tollerare una situazione igienico sanitaria così precaria in un luogo pubblico e, soprattutto, in una struttura dove sono presenti commercianti e dove si recano cittadini e giovani sportivi? Ma stiamo scherzando? E questo nonostante tutti sappiano? Cosa si aspetta ad intervenire e ad eliminare questo sconcio? Ma nel mercato comunale ischitano, che la passata e l’attuale amministrazione comunale non hanno mai avuto la volontà politica di far decollare, la fatiscenza regna sovrana a causa dell’abbandono sociale a cui è stato relegato dal potere politico locale. Infiltrazioni d’acqua piovana stanno infracidando i muri e allagano gli interni, mentre nel retro le mattonelle rialzatesi da terra e spaccate rappresentano uno dei tanti pericoli presenti in questa struttura per la pubblica incolumità. Si tratta di una situazione di fatiscenza intollerabile per un paese degno di poter essere definito civile ma che l’amministrazione Ferrandino continua a fingere di non vedere. Ora basta, mettete fine a questa vergogna!!!
  • Tivoli1 mese fa
    video Tivoli: si riparla della 'Mega Discarica' presso Corcolle. Lavori in corso
    Tivoli: si riparla della 'Mega Discarica' presso Corcolle. Lavori in corso
    Scongiurata, dopo una vasta protesta popolare, alcuni anni fa, oggi si ricomincia a parlare di una discarica presso Corcolle. Sono in corso 'movimenti' di ruspe ed operai presso alcuni invasi. Immagini in anteprima e domani approfondimento in loco con esperti. "Stay Tuned"... Immagini del 16 Gennaio 2018
  • Roma1 mese fa
    video Per Raggi niente emergenza rifiuti a Roma. Ecco Prati
    Per Raggi niente emergenza rifiuti a Roma. Ecco Prati
    Cassonetti stracolmi nel quartiere a pochi passi dal Vaticano, e ogni giorno frequentato da migliaia di turisti
  • Roma1 mese fa
    video Roma, l'Auditorium bruciato e mai usato è ancora qui
    Roma, l'Auditorium bruciato e mai usato è ancora qui
    Ricordate l'auditorium in via Albergotti, costato milioni e devastato da un incendio l'anno scorso? Beh, è rimasto così.
  • Forio1 mese fa
    video Ischia, scandalosa fatiscenza nel Rione Umberto I
    Ischia, scandalosa fatiscenza nel Rione Umberto I
    DOMENICO SAVIO: “L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FRANCESCO DEL DEO E’ RESPONSABILE DELL’AGONIA SOCIALE DEL RIONE UMBERTO I DOVE I RESIDENTI SONO ABBANDONATI TRA DEGRADO, TRA DISSESTO STRADALE E FATISCENZA DELLE PALAZZINE IACP” Intanto domenica mattina 21 gennaio, alle ore 10.00, nella sala polifunzionale ANMI sul porto di Forio, in vista delle prossime elezioni amministrative il gruppo consiliare del PCIM-L, alla presenza del Consigliere comunale Domenico Savio, terrà un incontro aperto alla cittadinanza. E sarà anche l’occasione per discutere dei problemi di Monterone, del Rione Umberto I e di tutti i quartieri foriani abbandonati dall’insensibilità politica dell’amministrazione capeggiata da Del Deo. di Gennaro Savio Pauroso dissesto stradale con i marciapiedi letteralmente sconquassati da buche e dislivelli, abbandono sociale diffuso e palazzine IACP vistosamente fatiscenti con i tondini arrugginiti che fuoriescono dai cornicioni dei solai. E’ questa la desolante situazione di degrado sociale che il malgoverno delle passate e dell’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Del Deo, hanno creato all’interno del Rione Umberto I di Monterone. Le problematiche che attanagliano i residenti di questo rione popoloso e popolare sono intollerabili per un paese degno di poter essere definito civile e la giunta Del Deo non ha mai avvertito la volontà politica di affrontarle e risolverle nonostante le continue sollecitazioni del Consigliere comunale di opposizione Domenico Savio che in questi giorni si è nuovamente recato all’interno del Rione dove, davanti alle nostre telecamere, ha denunciato per l’ennesima volta l’incredibile stato di degrado che lo caratterizza. “Cinque anni fa si è votato – ha dichiarato Domenico Savio – e le varie forze politiche, comprese quelle che hanno vinto le elezioni, sono venute qui a parlare dell’abbandono di questo quartiere. E in tanti sono venuti a promettere che avrebbero risolto i problemi ma come vedete sono trascorsi cinque anni e nulla è cambiato. Questo rione è totalmente abbandonato. Abbandonato nel dissesto stradale, nel sistema fognario, nel verde pubblico oramai quasi inesistente con le palazzine dell’Istituto Autonomo Case Popolari fatiscenze e con infiltrazioni di acqua che si registrano in alcune di esse e con la caduta di calcinacci verificatisi nel passato. E’ uno squallore sociale dinanzi al quale secondo noi i cittadini da tempo avrebbero dovuto ribellarsi e rivendicare i propri diritti e cacciare a calci nel sedere tutti quegli amministratori che da decenni sono venuti a promettere, a prendere i voti e a non risolvere i problemi. Noi abbiamo sempre chiesto che in mancanza di un intervento dell’Istituto Autonomo Case Popolari, il Comune si sostituisse per mettere in sicurezza le palazzine agendo in danno. Ma se le cose non sono cambiate negli ultimi decenni è perché una responsabilità della maggioranza dell’elettorato foriano e di questo quartiere che hanno continuato ad eleggere al governo del paese degli amministratori comunali che a tutto pensavano e pensano tranne che a risolvere i problemi di vita quotidiana dei cittadini. Adesso – ha aggiunto il Consigliere comunale del PCIM-L – tra qualche mese si ritornerà a votare per la nuova amministrazione e speriamo che dopo settant’anni di malgoverno sia la volta buona che i cittadini diano un segnale di radicale cambiamento sociale del nostro paese. Comunque – ha concluso Savio - io come Consigliere comunale a nome del gruppo consiliare del PCIM-L così come abbiamo fatto sino adesso, continueremo a batterci per la rinascita sociale di questo Rione però, purtroppo, il potere non ce l’abbiamo noi. Possiamo denunciare, protestare, rivendicare, ci possiamo mettere alla testa della protesta dei cittadini per cercare di ottenere dei miglioramenti della vita sociale nel quartiere ma più di questo non possiamo fare fino a quando non avremo una forte presenza nell’amministrazione del Comune”. Per quanto concerne il parcheggio interrato Domenico Savio chiede che nella vasta area venga realizzato anche un parco-giochi per i bambini. Intanto domenica mattina 21 gennaio, alle ore 10.00, nella sala polifunzionale ANMI sul porto di Forio, in vista delle prossime elezioni amministrative il gruppo consiliare del PCIM-L, alla presenza del Consigliere comunale Domenico Savio, terrà un incontro aperto alla cittadinanza. E sarà anche l’occasione per discutere dei problemi di Monterone, del Rione Umberto I e di tutti i quartieri foriani abbandonati dall’insensibilità politica dell’amministrazione capeggiata da Del Deo.
  • Roma1 mese fa
    video Maiale tra i rifiuti alla Romanina: nuovo avvistamento
    Maiale tra i rifiuti alla Romanina: nuovo avvistamento
    Qualcuno ha detto che le foto del maiale erano false o vecchie, io questa mattina 12/01/2018 ho rivisto e filmato il povero animale affamato tra i cassonetti in via Ponte delle Sette Miglia, rischiando di essere investito. Video originale su richiesta https://www.youtube.com/watch?v=WuH0FIQtkh8
  • Padova1 mese fa
    video Padova, urina alla stazione davanti a mamme e bambini
    Padova, urina alla stazione davanti a mamme e bambini
    Un giovane non si fa scrupolo di urinare in pubblico, alla fermata degli autobus davanti alla stazione ferroviaria.
  • Collegno1 mese fa
    video Degrado a Collegno: zingara rovista tra i rifiuti
    Degrado a Collegno: zingara rovista tra i rifiuti
    Giovedi 11 Gennaio. Diversi cittadini si lamentano sui social network che da quando ha avuto luogo lo sgombero dei rom dall’area ex Mandelli, in borgata Paradiso si sono intensificati i fenomeni che vedono diversi soggetti rovistare tra i vari bidoni dei rifiuti. Diversi capannoni abbandonati ora probabilmente sono occupati da senza fissa dimora, talvolta in condizioni disumane, dove si possono insediare molte persone senza che si sappia chi siano, risultando così all’oscuro dei controlli.
  • Vittoria1 mese fa
    video Degrado al mercato della frutta di Vittoria
    Degrado al mercato della frutta di Vittoria
    DETRITI, RIFIUTI DI OGNI GENERE E IMPIANTI ELETTRICI PERICOLOSI in una STRUTTURA COMUNALE APERTA AL PUBBLICO.
  • Bracigliano1 mese fa
    video Impressionante fiume di spazzatura nel salernitano
    Impressionante fiume di spazzatura nel salernitano
    Bracigliano, via Nocelleta invasa da spazzatura: un vecchio letto di un fiume asciutto riempito da rifiuti sversati da incivili.
  • Teramo1 mese fa
    video Discarica a Teramo: utente trova il responsabile frugando nei rifiuti
    Discarica a Teramo: utente trova il responsabile frugando nei rifiuti
    Fruga a mani nude in un discarica creata dagli incivili, nel verde della frazione teramana di Pantaneto/Castagneto, e trova grazie a una bolletta la responsabile!
  • Taranto1 mese fa
    video Rifiuti a Taranto: il lancio del sacchetto è uno sport
    Rifiuti a Taranto: il lancio del sacchetto è uno sport
    Strada che collega la borgata di Talsano a Taranto: qualche incivile si diverte a lanciare i sacchi della immondizia...
  • Catania1 mese fa
    gallery Degrado P.S. Ostetrico Policlinico di Catania
    Degrado P.S. Ostetrico Policlinico di Catania
    Pronto Soccorso Ostetrico del Policlinico di Catania. Il punto d’attesa per i parenti, attiguo alle sale parto, a prima vista sembra un quartiere del Bronx, pareti piene di dediche ai piccoli nascituri, sporcizia, mozziconi di sigarette, residui di cibi. Posso capire l’entusiasmo che si ha e che si vuole manifestare per i nascituri, ma il tutto dovrebbe essere fatto nel rispetto della collettività. Se poi si dà la possibilità ai neo papà o alle mamme delle gestanti, di poter accedere nelle sale parto, ambienti sterili, dopo avere soggiornato per ore in questo atrio, di sterile c’è sicuramente ben poco... Credo sia proprio il caso che chi dirige la struttura ospedaliera, si ponga con immediatezza a disinfettare e pitturare i locali, sanzionando successivamente chi imbratta senza contegno alcuno... Alfio Papa
  • Pregnana Milanese1 mese fa
    video Inciviltà al top anche a Nord: discarica a cielo aperto
    Inciviltà al top anche a Nord: discarica a cielo aperto
    La maleducazione, e la furbizia, unisce l'Italia: immondizia scaricata nei prati in provincia di Milano. La video denuncia del sito LegnanoNews.

Sta accadendo Tutte le storie