Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 2
Matera (Basilicata) - 30 Novembre 2012

Presentato il festival VIVAVERDI MULTIKULTI

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di martemix

A dicembre torna a Matera VIVAVERDI MULTIKULTI 2012, prestigioso festival di musica strumentale,organizzato da Arterìa, Associazione d' Arte e Cultura di Matera. Dopo il successo delle due date estive del festival, che ha esordito nel mese di agosto con il Trio Andaluso di danza e musica e con la produzione in prima esecuzione de "il Sogno e la Ricerca", ViVaverdi presenta un ricco calendario di appuntamenti per la stagione invernale. Un lungo viaggio europeo attraverso un repertorio variegato e unico per la città di Matera. Da Margola a Mozart, dalle intavolature del '500 per chitarre, ai recital lirici di musica francese, dalla musica armena di Manukyan a quella di Janacek, per finire al Melologo, quindi al Teatro in Musica scritto da Strauss, per lasciarsi incantare dal racconto di Enoch Arden a fine rassegna nel mese di gennaio. Il primo appuntamento si svolgerà Sabato 1 Dicembre presso la Casa Cava, nel Sasso Barisano, con gli artisti Jacopo Francini al violoncello e Monica Cattarossi al piano, che eseguiranno un omaggio alla musica strumentale italiana dell' Ottocento. L'edizione di quest'anno prevede la presenza di artisti materani che rappresentano delle eccellenze europee nel mondo del Teatro, dell'Opera e del Cinema. Un esempio è Anna Maria Sarra, giovane soprano del "THEATRE AN DER WIEN " di Vienna. Non solo spettacoli dal vivo, Vivaverdi Multikulti 2012 promuoverà anche una serie di eventi collaterali come la Masterclass a cura di Alessandro Moccia, 1° violino Orquestre des Champs Elysèes di Parigi. Il valore aggiunto dell'edizione di quest'anno è la progettazione del nuovo Festival Internazionale Multimediale delle Arti firmato come "Festival dei Paesaggi del grano". Un importante gradino, all'insegna del progetto condiviso dal Comitato Matera 2019 per la Candidatura di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, verso la diffusione e l'acculturazione reciproca dei sistemi culturali europei.