Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 2
Motta San Giovanni (Reggio Calabria) - 14 Dicembre 2017

Lazzaro (RC), via Magna Grecia rimosso potenziale pericolo

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di vincenzo

Lazzaro.. Intervento di potatura alberi in via Magna Grecia, rimosso il potenziale pericolo per la pubblica e privata incolumità Con riferimento alle precedenti segnalazioni dirette alla ex Provincia Reggio Calabria, oggi Città Metropolitana, Settore 12 Viabilità e Trasporti, concernenti un potenziale pericolo per la circolazione stradale e l’incolumità pubblica e privata, gli abitanti di via Magna Grecia di Lazzaro ringraziano il precitato Settore, per l’importante intervento di potatura degli alberi che ha permesso di eliminare nel suddetto tratto di strada una grave minaccia che incombeva sulla pubblica e privata incolumità. Accludiamo l’apprezzamento della scrivente associazione per l’intervento “de quo”. Al riguardo c’è da dire che nel mese di novembre 2016 la scrivente associazione, attivata dagli abitanti di via Magna Grecia, segnalava che sul marciapiede della precitata strada Provinciale per Motta San Giovanni, situato lato Torrente Ferrina tra l’innesto per la Contrada Casalotto Ferrina e il primo tornante salendo, insisteva una filiera di grossi e alti alberi, i cui rami propendevano sulla strada provinciale e in gran parte si appoggiano su un groviglio di cavi elettrici sostenuti da cavi d’acciaio. Lungo il lato opposto della strada insistono delle civili abitazioni, i cui condomini di solito trascorrono, specialmente durante l’estate e le belle giornate parte del loro tempo libero seduti sotto gli alberi. Il pericolo era fortemente accentuato dai cavi elettrici dell’impianto dell’illuminazione pubblica che passavano tra i rami degli alberi sostenuti come anzidetto da cavi d’acciaio. Tale stato di fatto rappresentava un alto indice di pericolosità per la circolazione stradale giacché, specialmente, durante i forti temporali con vento e fulmini sarebbero potuto crollare i rami o parte di alberi che avrebbero potuto determinare quanto meno l’instabilità degli impianti di illuminazione determinandone col tempo il crollo dei pali metallici dell’illuminazione o parte di essi e nella caduta inevitabilmente avrebbero trascinato gli altri pali collegati tra loro con detti cavi riversandosi sulla strada provinciale raggiungendo le fronti stanti abitazioni. Evento verificatosi nel 2016 sulla vicina via Ulisse. Per quanto sopra si chiedeva all’Ente competente di adottare i provvedimenti a tutela della circolazione stradale e della pubblica e privata incolumità. Più in generale, in considerazione del ripetersi di eventi meteorici caratterizzati, in questi ultimi anni da un'accentuata piovosità, che hanno recato notevoli danni al nostro territorio ritenevamo opportuno invitare l’Amministrazione comunale di Motta SG, per la parte di propria competenza, a verificasse, con una costante attenzione, lo stato di salute del patrimonio arboreo comunale" e la stabilità degli impianti di illuminazione pubblica. Vincenzo CREA Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC