Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 5
Tarquinia (Viterbo, Lazio) - 20 Settembre 2016

L'arcivescovo Lingua visita la Cittadella

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di Semidipace

Una giornata intensa quella di domenica scorsa, 18 settembre, che ha visto realizzarsi un incontro di particolare importanza per Semi di Pace. Il nunzio apostolico di Cuba, mons. Giorgio Lingua, ha voluto conoscere più approfonditamente la storia dell'associazione e i progetti in corso d'opera, ai livelli locale e internazionale. Ad accoglierlo alla Cittadella (Tarquinia) il presidente di Semi di Pace Luca Bondi, numerosi volontari, tra i quali l'assistente nazionale spirituale padre Paolo Maiello, e l'assessore ai servizi sociali del Comune di Tarquinia Enrico Leoni, che hanno testimoniato al nunzio apostolico l'impegno e la passione al servizio dei più bisognosi, in particolare in questo Anno Giubilare della Misericordia, indetto da Papa Francesco. Mons. Lingua ha esortato a essere autentici operatori di pace con il tratto dell'ottimismo che deve caratterizzare, nonostante le tensioni che affliggono il mondo, l'azione dei cristiani e degli uomini di buona volontà. Ha, inoltre, manifestato vivo apprezzamento per l'articolato impegno che caratterizza il cammino di Semi di Pace nel mondo e soprattutto a Cuba, dove da ben 18 anni l'associazione costruisce ponti di solidarietà, fraternità e dialogo. L'occasione della visita ha reso possibile la presentazione del Progetto Amistad "Luca Leoni", con il quale si concretizzano interventi umanitari nell'isola e nel territorio tarquiniese, attraverso la distribuzione di viveri e vestiario. Al termine della giornata il nunzio apostolico ha voluto donare un alloro, poi messo a dimora attorno al “vagone della memoria”, posizionato nell'area della Cittadella.