Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 9
Canino (Viterbo, Lazio) - 29 Aprile 2012

Il Cons. Reg. Lazio F. Battistoni "gira la frittata"

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di Rainer

di Raniero Pedica Francesco Battistoni "gira la frittata". Utilizzando impropriamente la classica metafora, abituale per molti politici avvezzi a rigirare un discorso o una situazione a proprio vantaggio, stavolta, invece, la frittata c'era davvero. Ed anche gustosa! Un piatto da Guinness dei primati, preparato con 1505 uova e ripieno con 100 Kg di asparagi di produzione locale. Ieri, 29 Aprile, in occasione dell'undicesima edizione della Sagra dell'Asparago di Canino, il Consigliere Regionale Battistoni, Presidente della Commissione Agricoltura del Lazio, dopo aver accolto l'invito del Comune e della Pro Loco, ha contribuito alla cottura di una megafrittata con asparagi. In quest'occasione, neanche la ricetta era politica, ma di una valente cuoca, la Sig.ra Felice Barbara Rocchi. Dopo aver dosato con mestiere gli ingredienti, lo staff della Pro Loco, agli ordini della cuoca locale, ha versato il prelibato composto in una gigantesca padella già pronta sul fuoco con 10 litri di olio extravergine d'oliva, ovviamente di Canino. Per una volta, quindi, al Consigliere Battistoni poco spazio ai discorsi di rito ma olio di gomito e paletta per arrivare alla giusta cottura del tipico piatto alimentare a base di uova. "La partecipazione di pubblico, ha sottolineato il consigliere viterbese, è la conseguenza dell'impegno di questa comunità per valorizzare la tipicità dei prodotti enogastronomici e del turismo nel nostro territorio". E il risultato, stando agli entusiastici commenti di cittadini e turisti, è stato ben gradito. La frittata di Asparagi di Canino s'impone di diritto nel Guinness dei Primati. Tra record battuti e obiettivi da raggiungere, occorre segnalare la famosa frittata preparata nel 1505 presso la Certosa di Padula (1000 uova), preparata in onore di Carlo V di Spagna, reduce dalla vittoriosa battaglia di Tunisi. Ancora lontano, però, il record dei record: nel maggio 1987, sempre nel paese iberico, il cuoco Antonio Rivera Casal preparò una fragrante omelette con ben 5000 uova