Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 9
Forio (Napoli, Campania) - 12 Gennaio 2012

Forio, Popolo In Piazza Contro Senso Unico In Via Baiola

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di Gennaro.Savio

Riuscitissima la manifestazione di protesta popolare IN CENTINAIA IN PIAZZA CONTRO IL SENSO UNICO IN VIA BAIOLA, FORIO PARALIZZATA PER ORE, E GIOVEDI NUOVA MANIFESTAZIONE Clamoroso successo per la manifestazione di protesta popolare organizzata dal Consiglio di Quartiere presieduto da Domenico Savio. Traffico in tilt per due ore. Giunti in Municipio l'intera Amministrazione si è rifiutata di prendere in considerazione le richieste dei manifestanti di eliminare il senso unico in via Baiola e di avere gratuitamente a disposizione il costruendo parcheggio interrato e così per giovedì prossimo è stata indetta una nuova manifestazione. Domenico Savio: "Non accettiamo ricatti dal Sindaco Franco Regine che si è spinto a dichiarare persino che se i monteronesi non saranno disposti a pagare la sosta, non saranno terminati i lavori del parcheggio interrato in fase di realizzazione". di Gennaro Savio Stanchi, stufi e delusi dalla politica di penalizzazione portata avanti dall'Amministrazione comunale nei confronti del popolare Quartiere di Monterone, centinaia di cittadini hanno risposto all'appello del Comitato di Quartiere presieduto dal combattivo Domenico Savio e sono scesi in piazza per chiedere con forza l'immediata rimozione del senso unico da via Baiola e per poter avere gratuitamente a disposizione il costruendo parcheggio interrato i cui lavori sono vergognosamente fermi da anni. Le prime polemiche sono nate al raduno del corteo a causa della mancata chiusura al traffico di piazza Cerriglio che ha creato non pochi problemi alle centinaia di manifestanti accorsi a protestare. Ad aprire il corteo partito da piazza Cerriglio alle ore 18.00, un grande striscione con su scritto: "Ora basta: i monteronesi stanchi chiedono rispetto! Togliete subito il senso unico in via Baiola! Risolvete gli altri problemi di Monterone!". Così come non aveva provveduto a far chiudere al traffico la piazza del raduno della manifestazione, l'Amministrazione guidata dal Sindaco Franco Regine, nonostante ci fossero valide alternative viarie, non ha predisposto un piano ad hoc per deviare il traffico automobilistico su via Spinavola e via Giovanni Mazzella causando la paralisi del traffico per circa due ore su via Castellaccio e via Monsignor Schioppa dove i manifestanti sono stati costretti a camminare tra le auto in movimento e gli automobilisti ad una lunga ed estenuante attesa. Giunti nel piazzale Cristoforo Colombo, la Polizia di Stato di autorità ha chiuso il traffico e così si è potuto tenere in sicurezza il previsto comizio nel corso del quale sono intervenuti Vito Iacono e Domenico Savio. "Adesso che si tratta di guardare in faccia e risolvere quelli che sono i problemi di questo Paese, ha affermato Vito Iacono, lo si fa morire di traffico con gli ingorghi costanti che si verificano in via Castellaccio e in via Cava delle Pezze a causa del senso unico di via Baiola. E che dire del degrado assoluto che regna nel Rione Umberto I dove non esistono le fognature e dove i bambini sono costretti a giocare tra le auto". Sulla stessa lunghezza d'onda Domenico Savio che ha tuonato: "Questa sera non siamo qui esclusivamente e solo per il senso unico che deve essere tolto subito e questa mobilitazione e questa lotta non finiranno fin quando non sarà rimosso, ma siamo qui perché l'Amministrazione deve prendere seriamente in considerazione i tanti problemi sociali irrisolti del Rione Umberto I e dell'intero Quartiere di Monterone. Nel Rione nonostante le false promesse, i falsi impegni, le chiacchiere e gli inganni elettorali, esiste ancora il dramma delle fognature che non funzionano. Esiste ancora il dramma della scarsa illuminazione e della mancata in sicurezza delle palazzine costruite nel 1960". Il corteo di protesta come da programma è poi giunto sotto il palazzo municipale dove i rappresentanti del Consiglio di Quartiere sono stati ricevuti dal Sindaco Franco Regine e da altri amministratori i quali hanno detto che non solo non sarà rimosso il senso unico in via Baiola ma che se i monteronesi non saranno disposti a pagare la sosta, non saranno terminati i lavori nel parcheggio interrato e ancora in fase di realizzazione da anni. Un vero e proprio ricatto come ha dichiarato Domenico Savio. Visto il rifiuto dell'Amministrazione comunale a venire incontro alle richieste avanzate ai cittadini, il Consiglio di Quartiere ha indetto una nuova manifestazione di protesta per giovedì prossimo 19 gennaio. Lo avevamo detto che evidentemente il Sindaco Franco Regine e i suoi amici di maggioranza avevano dimenticato la storica mobilitazione popolare che qualche anno fa costrinse l'attuale Amministrazione comunale di Forio a rimuovere il senso unico da via Baiola. Mobilitazione popolare che andrà avanti, promettono i cittadini di Monterone, sino a quando non sarà eliminato il senso unico in via Baiola che potrà essere applicato solo nel momento in cui l'Amministrazione realizzerà le alternative viarie ancora possibili e che proprio Franco Regine nel passato aveva promesso di realizzare. Promesse di marinaio visto che nulla è stato fatto sino ad oggi.