Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 2
Torino (Piemonte) - 30 Novembre 2016

Delegazione di Ekaterinburg a Palazzo Civico

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di TorinoeCanaveseTv

Una delegazione di Ekaterinburg, la città della Federazione Russa con un milione e mezzo di abitanti, situata negli Urali, legata da un rapporto di gemellaggio con Torino firmato nel 1998, ha incontrato nel primo pomeriggio a Palazzo Civico la sindaca Chiara Appendino e l’assessore comunale al turismo Alberto Sacco. Il gruppo di Ekaterinburg, composto da rappresentanti dell’imprenditoria locale, delle associazioni dei costruttori e di esponenti della formazione, guidato da Yakob Aleksandr, capo della municipalità, è in Italia per approfondire la possibilità di stringere rapporti economici con le realtà locali e consolidare relazioni in ambito culturale e turistico. Oltre a Torino, sono stati fissati incontri a Genova e a Bergamo. L’incontro, curato dal Settore Relazioni Internazionali del Gabinetto della Sindaca, si è svolto nella Sala delle Congregazioni. La sindaca Chiara Appendino ha sottolineato l’importanza di rinsaldare i rapporti con le città della Federazione russa, spiegando come l’imminente ripresa del volo diretto tra Torino Caselle e Mosca, già a partire dalle prossime settimane, sia un passo concreto per la costruzione di un ponte tra le due città gemellate: “Favorirà il turismo, gli scambi culturali e le relazioni tra imprese”. Appendino ha manifestato agli ospiti la ferma convinzione della necessità di incoraggiare gli accordi tra le rappresentanze torinesi e russe: “Esportare le reciproche competenze in materia imprenditoriale, negli investimenti e nella formazione universitaria non fa che aiutare a crescere, attraverso la cooperazione, entrambi i territori”. Il soggiorno torinese della delegazione prevede incontri in ambito industriale, con la Camera di Commercio e con l’Ateneo. Dal canto suo, Alberto Sacco, ha illustrato alla rappresentanza russa le diverse possibilità di pacchetti-soggiorno a Torino nelle imminenti festività di fine anno, le opportunità del turismo invernale e le peculiarità dell’enogastronomia del più largo distretto piemontese, patrimonio Unesco. Ekaterinburg è una città prettamente industriale, con 200 grandi stabilimenti, 21 istituti impegnati nella ricerca di base e 87 nella ricerca applicata. E’ sede di una sezione russa della Accademia delle Scienze. E’ il capoluogo del distretto degli Urali, con oltre 12 milioni di abitanti. E molte sono le possibilità di un futuro sviluppo sotto il profilo economico.