Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 5
Anoia (Reggio Calabria, Calabria) - 24 Aprile 2012

Concerto in memoria di Sahara

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di Laura-B

Anoia, piccolo centro nella Piana di Gioia Tauro è stata location di un concerto tenutosi in memoria di Sahara Barrira.La ragazza è deceduta il 22 febbraio scorso in seguito ad un intossicazione da monossido di carbonio emanata da un braciere che aveva acceso in casa. Il fidanzato invece è stato ricoverato in gravissime condizioni. A pochi mesi dalla tragedia i suoi amici hanno fortemente voluto un concerto in suo onore. La ragazza era un autentico talento musicale. Con la sua voce aveva incantato più volte la platea. Le sue amiche Tiziana Borgese, Teresa Grande e Valeria Basile, aiutate da altri due amici, hanno realizzato per lei una serata musicale con più di 10 artisti della Calabria. L'intenzione ben riuscita era quella di far arrivare la musica fino in cielo, dove Sahara ancora una volta poteva cantare insieme a loro. A partire dalle ore 21.00 come previsto, la piazza si è riempita di gente, uniti per lei e per la sua famiglia. Presenti in piazza anche la mamma e le sorelle. In particolare la piccola Roberta ha fortemente voluto essere sul palco per tutta la serata duettando con tutti gli amici della sorella scomparsa, commovendo tutti i presenti. La serata è stata presentata da Giuseppe Lombardi e ha visto la partecipazione di Nino Forestieri, cantautore rizziconese e Antonio Agresti ex cantante dei Santarosa. Unica nota stonata della serata, l'assenza dei poltici locali che nonostante l'invito all'importante serata, si sono limtitati ad appoggiare l'iniziativa, (per altro a scopo di beneficienza poichè l'intera somma è stata devoluta alla famiglia di Sahara,) ma poi nessuno dei politici invitati ha presenziato , con grande delusione da parte delle organizzatrici e di tutti quelli che hanno invece partecipato con grinta e convinzione. La serata è stato un successo che di sicuro è arrivato fino al cielo...e lei, Sahara, in fondo era in mezzo a loro. Nei loro testi, nella loro musica nelle loro voci e nella loro commozione. Un esempio, quello di questi giovani di come il valore dell'amicizia esista ancora in questo mondo che sembra sempre più perdere di vista l'essenziale.