Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 3
Milano (Lombardia) - 21 Maggio 2012

Campagna Contro La Pubblicita' Helios

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di MagdaMag

COMUNICATO STAMPA: Il Comitato di Controllo per la pubblicità ha ingiunto la sospensione della pubblicità Helios, in quanto in violazione delle convinzioni morali, civili, religiose e della dìgnità della persona, così come regolamentate dall'articolo 10 del Codice di autodisciplina della comunicazione commerciale. Secondo il Comitato di Controllo la pubblicità "rappresenta un'evidente offesa alle diverse convinzioni religiose dei cittadini". "La decisione del Comitato di Controllo è un fatto importantissimo - ha commentato l'Avvocato Luca Bauccio, difensore dell'associazione Media&Diritto, che aveva depositato nei giorni scorsi un esposto contro la pubblicità della Helios - in quanto riconosce una giusta tutela al diritto all'identità religiosa. Non si tratta di censura ma di rispetto, un rispetto che è dovuto ai sensi dell'articolo 2 della Carta Costituzionale e che rappresenta condizione necessaria per l'affermazione e lo sviluppo della personalità degli individui all'interno delle formazioni sociali. La vendita di un prodotto non può giustificare la provocazione, l'offesa e soprattutto la mercificazione dell'identità religiosa. La rappresentazione di soggetti di vari credenze prostrati con degli abiti tipici e negli atteggiamenti usuali della preghiera di fronte ai pannelli fotovoltaici Helios, ha rappresentato un'offesa gratuita ed ingiustificata". La campagna pubblicitaria aveva sollevato varie proteste tra cui un'iniziativa su Facebook che ha raccolto centinaia di adesioni in pochi giorni fra credenti e non, in difesa del diritto all'identità e al rispetto delle persone. Media&Diritto. 21-05-2012