Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 3
Sulmona (L'aquila, Abruzzo) - 13 Maggio 2012

Ambientalisti al Giro d'Italia contro centrale del gas

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di MariaTrozzi

Incursione degli ambientalisti a Sulmona ieri al Giro d'Italia, con striscioni e slogan alla partenza dell'ottava tappa. I comitati cittadini per l'ambiente hanno manifestano per chiedere che venga immediatamente fermata la procedura per la realizzazione di una centrale di decompressione della Snam che porterà poi all'installazione del metanodotto Sulmona-Foligno in un'area altamente sismica all'ingresso dei parchi della regione verde d'Europa. Si tratta di strutture impattanti che comprometterebbero l'ambiente ed esporrebbero la popolazione a forti rischi nel caso di incidenti come quelli avvenuti a Massa Carrara, dove nella frazione di Tresana l'esplosione di una conduttura di metano, per un raggio di 400 metri, ha ferito 10 persone e danneggiato case, auto e vegetazione. Si decide in queste ore il futuro dell'area della provincia dell'Aquila e gli ambientalisti hanno avuto l'occasione di sensibilizzare il grande pubblico, chiedere trasparenza nella procedura in corso, reclamare il coinvolgimento delle popolazioni dei comuni attraversati dal metanodotto e insistere nell' individuazione di soluzioni alternative al tracciato che vorrebbero realizzare sulla dorsale Appenninica. Per la centrale di decompressione del gas c'è il rischio, a quanto sembra, di compromettere anche la qualità dell'aria della valle Peligna in cui s'installerebbe la struttura a forte impatto ambientale.