Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 6
Roma (Lazio) - 11 Marzo 2018

Al Teatro Furio Camillo di Roma '68 Italian Rock Musical

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di OLTREPENSIERO.IT

- (Annamaria Pirozzi) - Un suggestivo intreccio di idee, aspirazioni e desideri, aspettative e delusioni che irrompono nell’Italia ancora conformista dell’epoca saranno portate in scena, al Teatro Furio Camillo di Roma (Sabato 10 ore 17.00 e ore 21.00 - Domenica 11 ore 18.00). Originari della Tuscia gli artisti artefici di '68 Italian Rock Musical: l'autore e regista Attilio Fontana che si è avvalso di collaboratori di grande professionalità, tra i quali il M° Maria Grazia Fontana, che, oltre a partecipare alla stesura dei testi, ha curato gli arrangiamenti musicali. Accanto a loro anche Michela Andreozzi, Giulio Costa e Franco Ventura. Management Sara Pasqualino. In questa opera fuoriescono le diverse anime del sessantotto italiano attraverso un flashback musicale che racconta i diversi spaccati sociali ed ambiti coinvolti dalla ventata di cambiamento: dalla famiglia all’università, dal boom economico alla fabbrica, dagli scontri con la polizia alla minigonna, dal “Rischiatutto” alla musica. Il cast (le coreografie sono di Anna Gargiulo) è costituito da 11 giovanissimi ragazzi originari del Lazio, tranne una ragazza pugliese, che hanno la passione del canto e della musica: Giacomo Barboncini, Chiara Giannetti, Veronica Cosimelli, Giusy Casanova, Manuel Pintus, Claudia Argenteri, Elena Valeri e ben quattro sono nativi del viterbese, Melissa Biondi (Marta), Marta Iacoponi (Viterbo), Silvio Padovani (Tarquinia) e Martino Schembri (Canino). Simbolo del ’68 italiano è Johnny, un ragazzo indeciso se seguire la logica omologante del mondo che lo circonda o cercare una propria strada, e che spinto in molte direzioni decide di esprimersi solo attraverso le note della sua chitarra, che lo accompagnerà in un viaggio simbolico alla ricerca della propria identità. In occasione del Cinquantennale da quel mitico anno lo spettacolo sarà un’occasione per lasciarsi trasportare dalla musica che va oltre i tempi e le mode e che ancora oggi continua a raccontare storie ed emozioni (Costo biglietto: 10€ 2€ tessera associativa - Per informazioni e prenotazioni: 3284896051).