Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
1 di 4
Messina (Sicilia) - 1 Dicembre 2016

AOSTA "due giornate: il Quinto per Voi”

Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-

di fhqlomba

Messina, 30 novembre 2016. Le “due giornate: Il Quinto per Voi” sono legate alla ricorrenza dei fatti d’armi della battaglia di “Col della Beretta” (22-26 novembre 1917), per i quali alla Bandiera di Guerra del 5° reggimento fanteria “Aosta” è stata conferita la 2^ Medaglia d’Oro al Valor Militare, e alla ricorrenza del terremoto Messano-Calabro del 28 dicembre 1908, che vide la mobilitazione di oltre 20.000 uomini dell’Esercito in soccorso delle popolazioni colpite dal tremendo sisma. Un sodalizio di date dal contenuto storico e culturale significativo, che rappresenta un momento di amalgama e di sintesi del ruolo che i militari della Brigata “Aosta” hanno avuto nella storia passata del Paese e del contributo che assicurano oggi per la collettività e la sicurezza comune. Nelle due giornate del 29 e 30 novembre 2016, in un percorso organizzato all’interno della Caserma “Crisafulli Zuccarello”, gli studenti di Messina hanno avuto possibilità d’incontro e di dialogo con uomini e donne del 5° reggimento fanteria Aosta” reggimento; un incontro che il Comandante di reggimento, Colonnello Roberto Vergori, ha ricercato per rinnovare e tutelare il profondo legame che unisce i militari e la società locale e stimolare nelle nuove generazioni riflessioni sull’importanza di mantenere viva una coscienza collettiva sulle radici e sull’identità nazionale e quale occasione per diffondere i valori di amor di Patria, senso dello Stato, sicurezza, legalità e solidarietà. Gli Studenti hanno partecipato con entusiasmo e hanno potuto conoscere da vicino la realtà del reggimento, interagendo con i militari e dimostrandosi particolarmente interessati a conoscerne i compiti svolti sia nelle operazioni sul territorio nazionale, quali il controllo del territorio, la sicurezza, l’attività di soccorso e concorso nelle situazioni di emergenza e urgenza nazionale, sia durante le operazioni nelle aree di crisi all’estero, dove il reggimento ha contribuito a fornire protezione, stabilità, assistenza e speranza a terre e genti in difficoltà. Il percorso è stato articolato su quattro tappe, con spazi espositivi e rievocativi della “Battaglia d’Arresto” sulla linea del Grappa, combattuta tra il 9 novembre e il 25 dicembre 1917, appositamente decorati con collezione di uniformi e medaglie storiche, con mostre statiche di mezzi ed equipaggiamenti, esibizioni di metodo di combattimento militare e di interventi in caso di pubbliche calamità. Il percorso è stato arricchito, inoltre, con la Mostra storico-fotografica “Messina all’indomani del Terremoto del 1908. I Baraccamenti Militari degli Orti della Maddalena”, curata e messa a disposizione dal Museo di Forte Cavalli. Una inedita pagina fotografica che mette in evidenza i Baraccamenti realizzati dal Genio Militare per l’acquartieramento delle decine di migliaia di soldati nell’area oggi sede della Caserma “Crisafulli Zuccarello” e dell’Ospedale Militare. Grande interesse ha suscitato lo “stand informativo”, dove sono state fornite dettagliate indicazioni riguardanti le opportunità concorsuali e professionali finalizzate all’arruolamento nell’Esercito. Gli Studenti hanno ultimato il percorso sulle note della Banda Musicale della Brigata Aosta, al termine di un’esperienza, che – come hanno voluto sottolineare agli uomini e donne del 5° reggimento con cui hanno condiviso la “due giornate: Il Quinto per Voi” – ha aiutato loro a comprendere quanto sia stata in passato e continuerà a essere significativa e fattiva l’azione e il contributo apportato dai militari per garantire la sicurezza del nostro Paese. Il Comandante del 5° reggimento fanteria “Aosta”, nel manifestare la propria soddisfazione e di tutto il personale del reggimento per gli esiti della prima edizione della “due giornate: il Quinto per Voi”, ha voluto sottolineare l’importanza di proseguire a favorire ogni forma possibile di sinergia e unione d’intenti fra Istituzioni e forze vive del Paese.