Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Trento (Trentino-alto Adige) - 29 Novembre 2016

messa dei cacciatori - tappezzati diocesi e duomo di Trento

messa dei cacciatori - tappezzati diocesi e duomo di Trento
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
comunicato di Centopercentoanimalisti

Il vescovo Uberto in gioventù fu un accanito cacciatore. Ma un giorno, mentre prendeva di mira un Cervo, vide tra i suoi palchi apparire un crocifisso. Capì così che gli Animali che cacciava sono creature viventi e senzienti: e da quel giorno non cacciò più. Questa la leggenda.

I cacciatori odierni, nella loro ignoranza, hanno fatto di Uberto il loro patrono: mostrando di non capire il messaggio positivo. Loro non si pentono di ammazzare per divertimento, anzi se ne vantano. I Cacciatori Trentini organizzano un evento “in onore” del loro patrono, il 2 dicembre: una lezione, seguita da una messa. Con involontario umorismo (macabro), la lezione sarà su “Il ritorno dei grandi carnivori nell’arco alpino”.

E come non pensare alla tragica storia dell’Orsa Daniza e dei suoi cuccioli, lei assassinata e loro lasciati morire da soli, proprio dai cacciatori trentini! Ma, si sa, i cacciatori amano la natura e gli Animali. Infatti li sterminano e inquinano e distruggono l’ambiente per soddisfare la loro pulsione di morte.

E che dire della Diocesi trentina, che si presta a benedire questi sadici? La messa verrà celebrata nel Duomo! E’ anche vero che è nella tradizione della chiesa cattolica benedire i fucili dei peggiori dittatori, quindi più di tanto non ci stupiamo. Noi siamo contro la caccia (e la pesca) in tutte le sue forme. E siamo contro questa minoranza di psicopatici, che infesta boschi e campagne impedendo agli altri cittadini di fare escursioni, jogging, perfino di lavorare all’aperto tranquillamente.

Ogni anno nella stagione venatoria vi sono morti e feriti a decine tra i cacciatori e, purtroppo, anche tra persone che non c’entrano, a causa dell’incoscienza, dell’incapacità, della stupidità dei cacciatori.

Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 28 e 29 novembre, hanno affisso sui muri e portoni della Diocesi, del Duomo e delle zone adiacenti a Trento, locandine con un messaggio chiaro: “ST. HUBERTUS PATRONO DEGLI ASSASSINI! DIOCESI VERGOGNA! L’UNICA MESSA “BUONA” PER IL CACCIATORE E’ QUELLA FUNEBRE”. Non sono da escludere altre azioni dirette il 2 dicembre.