Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Roma, Lazio - 14 Dicembre 2010

Zona Rossa Centro Roma

Zona Rossa Centro Roma
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
ROMA:Una grande zona rossa. Vietata alle auto e ai manifestanti. Un perimetro di otto chilometri di sbarramenti. Circa 5.000 uomini delle forze dell'ordine schierati in assetto antisommossa, 250 blindati a presidiare le due Camere, Palazzo Chigi e Palazzo Grazioli. E poi ancora: più di 200 vigili urbani, 60 linee di bus deviate o limitate e circa 800 posti auto e moto soppressi per far spazio alle transenne. Sono i numeri del B. Day.
Un piano dettagliato che, da via del Corso a piazza Navona, dalle 9.30 alle 17, creerà un muro umano per far da scudo ai parlamentari e bloccare eventuali incursioni dei manifestanti (gli universitari hanno già annunciato: «Violeremo la zona rossa», mentre il popolo viola organizzerà «una catena umana in prossimità dei blocchi»). Per la Capitale quella di oggi sarà una giornata difficile, forse la più complicata degli ultimi 10 anni: se al Senato prima e alla Camera poi si voterà la fiducia al governo Berlusconi, per le strade del Centro il clima sarà rovente. Una situazione che ha portato la Prefettura ad organizzare due percorsi protetti per gli onorevoli, invitando gli stessi ad arrivare la mattina presto a palazzo Madama e Montecitorio per evitare disagi. Le auto blu (si calcola che ce ne saranno circa 5.300) saranno le sole autorizzate a entrare nell'area blindata. Tutti gli altri dovranno restar fuori.
Maggiori disagi potranno arrivare nelle zona di corso Rinascimento e via del Corso, dove le chiusure potranno avere un impatto devastante sulla viabilità già precaria del Centro di Roma. Ma quello che preoccupa di più le forze dell'ordine sono le possibili infiltrazioni nei quattro cortei che sfileranno per il cuore di Roma di frange estremiste: in particolare gruppi dei centri sociali e black block.
Ma da Questura e Prefettura promettono che il piano sicurezza approntato sarà «flessibile in base alle esigenze»: potrà essere più o meno ferreo a seconda delle necessità e dell'atteggiamento dei manifestanti.