Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Gorla Minore (Varese, Lombardia) - 22 Febbraio 2010

Ucciso benzinaio durante rapina a Gorla Minore

Ucciso benzinaio durante rapina a Gorla Minore
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Il titolare di una pompa di benzina è stato ucciso da alcuni rapinatori. La vittima, Angelo Canavesi di 60 anni, è stato ucciso nell'area del suo distributore Shell in via Monte Grappa in località Prospiano, frazione di Gorla Minore in provincia di Varese. L'uomo, insieme alla moglie e ai due figli, era come ogni giorno al lavoro quanto, alle 8.15 circa, sono arrivati i malviventi. Resta ancora da chiarire quanti fossero e cosa li ha portati ad aprire il fuoco contro l'uomo. Più proiettili sparati contro il 60enne che non ha avuto scampo, mentre gli assassini sono fuggiti sull'auto della vittima. Sotto choc ma illesa la famiglia Canavesi. Sull'omicidio indagano i carabinieri.
Angelo Canavesi, il benzinaio ucciso questa mattina durante un tentativo di rapina a Gorla Minore, nel varesotto, era «una persona molto conosciuta in paese, e proveniva da una famiglia di ciclisti». Descrivono così la vittima amici e clienti che ogni giorno si fermavano a fare rifornimento al suo distributore. «Amava lo sport e la montagna, non aveva mai avuto problemi con nessuno», ha detto Ottavio P., uno degli amici. «In gioventù era stato un ciclista di buon livello e aveva vinto alcuni importanti trofei - ha continuato -. Poi ha rilevato il distributore che gestiva ormai da molti anni». Il padre Severino era stato un campione di ciclismo negli anni Quaranta, il fratello è presidente di una associazione di corridori di Gorla Maggiore. Avrebbe assistito all'omicidio una donna che transitava in quel momento in auto, assieme al figlio, e i carabinieri stanno ascoltando la sua testimonianza.

Più visti della settimanaTutti