Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Bellaria-igea Marina (Rimini) - 15 Dicembre 2017

Tutta la verità sulla legge 119. A Bellaria: Il Decreto

Tutta la verità sulla legge 119. A Bellaria: Il Decreto
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
di Mapress
La piecè teatrale in scena a Bellaria il 15 dicembre

La pièce teatrale che svela tutta la verità sulla legge Lorenzin sta spopolando in tutta Italia.
Il 15 dicembre sarà nella tana dei lupi, al Palas di Bellaria, in quella Emilia-Romagna governata dai super sostenitori della 119.
L'opera "Il Decreto", fortemente contemporanea, nasce per raccontare attraverso una narrazione di contesto un'importante vicenda che ha scosso il nostro Paese e che ha innescato un esemplare movimento spontaneo di opinione pubblica, capace di svilupparsi al di fuori delle ordinarie dinamiche politiche e sociali.
Con l’inizio del racconto ci si sposta indietro nel tempo: è il 2009, due figure di donne coraggiose anticipano e precorrono i tempi in una visione lucida e competente. Con loro si avvia la narrazione volta a rafforzare, in tutto il suo sviluppo e fino ai nostri giorni, l’importanza del progresso e della scienza, quest’ultima umile interrogante della realtà che da sempre è la luce dei popoli.
Mai in disaccordo con le conquiste scientifiche anzi, apertamente pro scienza, sempre nel rispetto di una lettura degli accadimenti supportata da documentazione e dal rigore narrativo, l’opera è un intreccio di fatti e accadimenti che non sfiorano argomentazioni tecniche o mediche ma che ricostruiscono quello che è stata la storia di un decreto, il decreto "Lorenzin".
Non un decreto qualsiasi, ma un decreto definito anticostituzionale e illegittimo da una delle personalità che più rappresenta il simbolo della giustizia, il giudice Ferdinando Imposimato. Lo stesso strumento normativo che da una parte dovrebbe garantire i diritti dei cittadini è in questo frangente in grado di piegare il diritto di libertà dei medesimi nello scegliere consapevolmente in merito alla salute dei propri figli, provocando preoccupazione e disorientamento nelle famiglie italiane.
Così in un quadro composito, i fatti del passato tornano prepotentemente come attualità suggerendoci una via interpretativa, svelata dalla costruzione narrativa raffinata e profonda di David Gramiccioli, per dare corpo e significato alla necessità di difendere il nostro ruolo di uomini, di genitori e di cittadini. L’opera “Il Decreto” è uno strumento di riflessione per tutti coloro che avranno, in coscienza, l’interesse a darsi una risposta, non del tutto scontata, che anche la salute, prima di essere tradotta in articoli di legge, è un diritto che deve essere garantito a tutti, indistintamente.