Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Trani (Barletta-andria-trani) - 17 Luglio 2011

Trani - Metanodotto a rischio incendio - FOLGORE 4

Trani - Metanodotto a rischio incendio - FOLGORE 4
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
FOTO 4
Durante l'espletamento delle proprie attività di monitoraggio effettuate nel territorio comunale domenica 17 luglio 2011, agli occhi vigili dei volontari dell'Associazione Folgore di Trani non è passato inosservato un sito dov'è presente una conduttura del metanodotto che, a detta dei volontari, versa in precarie condizioni di sicurezza.
Questo impianto è situato lungo la viabilità di servizio ovest dalla statale 16 bis, a pochi metri dalla stessa statale, da Trani nord in direzione Boccadoro.
Sebbene sia provvisto di apposita recinzione che delimita l'area, l'accesso presenta una barra aperta, senza alcun lucchetto.
Ma ciò che ha creato apprensione per i volontari è la massiccia presenza di sterpaglie secche e facilmente infiammabili che avvolgono sia il terreno dov'è ubicato l'impianto e sia tutta l'area circostante.
In considerazione dei frequenti incendi che si stanno verificando nel territorio di Trani, è allarmante pensare che basta una semplice sigaretta gettata dal finestrino di un'auto in transito sul ponte che sovrasta tale impianto per accendere le sterpaglie, le cui fiamme in un battibaleno avvilupperebbero la condotta del gas metano: CON QUALI CONSEGUENZE?
Una delle attività di pianificazione e prevenzione nel settore Protezione Civile è l'individuazione dei punti a maggior Rischio per la presenza di gas metano (condotte, cabine di decompressione, impianti di derivazione di utenza) e chi si occupa della manutenzione di reti per il trasporto del gas metano dovrebbe prevenire la possibile insorgenza di eventuali emergenze.
La Folgore mette in guardia sia l'Ente proprietario del sito che deve rimuovere immediatamente le sterpaglie per l'area di propria competenza, sia la SNAM di Bari Centro di manutenzione dell'impianto affinchè occluda l'accesso con lucchetto e faccia rapporto a chi di competenza e sia l'Amministrazione comunale affinchè provveda a far bonificare dalle folte sterpaglie la scarpata del ponte, essendo una strada comunale.