Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Chiomonte (Torino, Piemonte) - 28 Giugno 2011

Tav : Calma la situazione

Tav : Calma la situazione
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Situazione di calma stamani alla Maddalena di Chiomonte (Torino), dove le forze dell'ordine hanno sgomberato ieri il presidio degli attivisti No-Tav che si oppongono alla realizzazione della ferrovia Tav Torino-Lione.

L'area della Maddalena è controllata dalle forze dell'ordine, mentre uomini e mezzi delle ditte incaricate proseguono nelle operazioni di apertura del cantiere.

Al momento gli operai sono impegnati in due aree distinte: una nei pressi dell'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, dove sono in corso le operazioni per l'apertura di una pista, e l'altra nella zona della Maddalena.

Iniziative di protesta contro la Tav sono annunciate per oggi e per i prossimi giorni. Sono state decise al termine di un'assemblea svoltasi ieri sera tardi al Centro Polivalente di Bussoleno (Torino).

Per oggi - si apprende da fonti dell'Unione Sindacale di Base del Piemonte - sono previsti presidi sulle strade statali 24 e 25 della Val di Susa, nei pressi di Bussoleno, e, in serata, una fiaccolata a Susa. Una manifestazione nazionale, inoltre, è prevista per sabato prossimo con partenza da Susa e arrivo a Chiomonte.

Resta chiusa al traffico l'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, fra Avigliana e Bardonecchia (Torino), a causa delle operazioni tecniche per l'apertura del cantiere a Chiomonte (Torino) per la ferrovia Tav Torino-Lione.

La circolazione è interrotta dall'alba di ieri e il traffico viene deviato su percorsi alternativi. Regolare - si apprende dalla Polizia Stradale di Susa (Torino) - è invece la circolazione sulle statali 24 e 25 che attraversano la Val di Susa; le due strade erano rimaste interrotte a lungo ieri per le manifestazioni di protesta degli attivisti No-Tav che si oppongono alla realizzazione della ferrovia Torino-Lione.