Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Milano, Lombardia - 10 Ottobre 2010

Tassista in coma.La Uil Taxi chiede il porto d armi

Tassista in coma.La Uil Taxi chiede il porto d armi
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
MILANO - Il taxista Massari Luca di 45 anni è stato ricoverato in coma dopo essere stato pestato e spintonato per aver investito e ucciso un cane. L'aggressore, fidanzato della proprietaria de cane, è stato arrestato dopo che si era dato alla fuga. E' successo verso le 13.20 in Largo Caccia Dominioni. Il Taxista dopo aver investito la bestiola,, un italiano di 45 anni, si è fermato per scusarsi e per soccorrere l animale ma è stato picchiato da M.C., un italiano di 31 anni, fidanzato della proprietaria del cane. L'uomo ha pestato e spinto il tassista, che è caduto a terra sbattendo la testa e perdendo i sensi. La polizia è stata chiamata sul posto da diversi passanti che hanno assistito all'aggressione. Il Massari è stato trasportato al Fatebenefratelli in codice 'giallo', ma poi è entrato in coma. Dagli esami sono emerse anche lesioni alla milza e al polmone.

Il cane non era al guinzaglio ed ha attraversato velocemente l incrocio.

Il Sindaco di Milano si è recata all ospedale a portare solidarietà alla famiglia del malcapitato taxista.

Intanto montano le polemiche, il taxista portavoce della Uil taxi Milano e Lombardia Ligato Sergio ha dichiarato: Basta è l ennesimo atto di violenza a chi come noi sta 24 ore sulla strada. Il mestiere del tassista è ancora piu rischioso del gioielliere, del benzinaio del farmacista.
Nonostante l oneroso impegno da parte del comune di Milano che ha portato sistemi di sicurezza passivi ( telecamere e sistemi di allarme) ci troviamo nelle condizioni di affrontare quotidianamente energumeni tipo il delinquente che ha mandato in fin di vita il collega Massari.Il taxista ha il diritto di difesa come altre categorie di lavoratori a rischio di rapine e atti di violenza.
Chiedo ufficialmente nei prossimi giorni il riconoscimento da parte della prefettura della richiesta semplificata del porto d Armi per i tassisti .

Sicuro del fatto che il tentato omicida sia a piede libero tra non molto.

Più visti della settimanaTutti