Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Cingoli (Macerata, Marche) - 17 Maggio 2012

Sfide Incrociate Sulle Strade Del 19.rally Adriatico

Sfide Incrociate Sulle Strade Del 19.rally Adriatico
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
SFIDE INCROCIATE SULLE STRADE DEL 19.RALLY ADRIATICO

Andreucci, Peugeot, contro Scandola, Skoda, sulle strade delle Marche
La Rai seguirà la gara da domani, venerdì 18 dalle 22.30 alle 23.00 con la sintesi su Rai Sport 2 della prima giornata. Sabato 19, diretta delle fasi finali con sintesi seconda tappa dalle 18.30 alle 19.30 su Rai Sport 1.

Cingoli (MC), 17 maggio 2012 - Dopo il successo di Paolo Andreucci, Peugeot, al Ciocco e quello di Giandomenico Basso, Ford, al 1000 Miglia il Rally dell'Adriatico aspetta i protagonisti del Campionato Italiano rally sulle sue strade sterrate. Strade che ospiteranno insieme sia i big del tricolore, sia i protagonisti del Trofeo Rally Terra per una lotta incrociata che promette tanto spettacolo e tanti colpi di scena.
Due , in particolare, gli attesi pretendenti alla vittoria finale, l'inossidabile Paolo Andreucci, con la sua Peugeot 207 Super 2000 divisa con Anna Andreussi, e Umberto Scandola, sulla sua Skoda Fabia Super 2000 divisa con Guido D'Amore. Per questi ultimi due il Rally dell'Adriatico rappresenta un vero e proprio esame di maturità. Finito il tempo dell'apprendistato con la nuova vettura, la Skoda Fabia che ha ampiamente dimostrato di essere vettura vincente, spetta ora al pilota veronese far vedere definitivamente di che pasta sia fatto. La terra è da sempre stata amica di Scandola che, solo con una vittoria, può riaffermare il suo diritto a puntare al titolo e scacciare l'ombra ingombrante di Paolo Andreucci. Il toscano, pilota ufficiale Peugeot, vorrà invece riprendere subito il cammino vincente dopo la sconfitta subita al 1000 Miglia da Giandomenico Basso qui assente. Da capire anche chi, tra i diretti inseguitori, potrà dare un senso positivo alla propria classifica: dal bergamasco Alessandro Perico (Peugeot 207 S2000), che a Brescia si è fermato per incidente, al suo conterraneo Matteo Gamba (Peugeot 207 S2000 - già Campione di Gruppo N nel trofeo Terra del 2006, al trevigiano Marco Signor (Skoda Fabia), sino al giovane bresciano Stefano Albertini (il cui programma é stato creato con la Peugeot 207 S2000 da ACI CSAI, Pirelli e Racing Lions/Peugeot), cercheranno di esaltarsi sulle strade bianche, per fare vedere che "ci sono", pure per la corsa riservata agli equipaggi "indipendenti", i piloti non ufficiali.
Per il Campionato Italiano Produzione il romano Massimiliano Rendina con la sua Mitsubishi Lancer Evolution, che punta decisamente alla vittoria, si vede opposto all'emiliano Ivan Ferrarotti che sarà al via con la Renault Clio RS sempre di gruppo N.
I destini del Trofeo Rally Terra e del Cir si incrociano sulle strade all'Adriatico. Dopo l'apertura sulle bianche strade palermitane del Rally Conca D'Oro, gli specialisti delle gare su terra animeranno il secondo round. La sfida del "Terra" s'è aperta con la vittoria di Mauro Trentin che parte favorito anche all'Adriatico.

Uno dei motivi principali della gara è la battaglia per il Campionato Italiano Rally Junior. Il secondo appuntamento di Brescia ha visto passare al comando della classifica Fabrizio Andolfi (Renault Twingo EVO) al comando, approfittando soprattutto della battuta a vuoto del siciliano Nucita (Citroen C2). Il siciliano ha pagato carissima l'uscita di strada a sole tre prove dal termine del Rally 1000 Miglia, quando occupava addirittura la prima posizione di Gruppo R. Altri però hanno pagato a caro prezzo la selettività del rally bresciano, come il piacentino Carella (Renault Twingo) e questo ha lasciato la classifica completamente aperta. Ma la terra dell'Adriatico metterà sicuramente in luce le qualità di Simone Campedelli. Il romagnolo pilota ufficiale della Citroen, con la sua DS3 R3 è atteso ad una gara di vertice . Tra questi da citare Michel Tassone, alla guida anche lui di una Renault Twingo, e Giacomo Cunial, Citroen C2. Per il discorso vittoria da seguire anche Gariele Cogni, Citroen Ds3R3, ottimo al debutto al Ciocco.

Il programma; domani si svolgerà il test per le vetture da gara, lo "shakedown" (dalle ore 08,00 alle 13,00), che stabilirà l'ordine di partenza della gara. Nel pomeriggio, alle ore 15,31, il via della prima tappa da Cingoli. L'arrivo sarà alle ore 21,30, dopo 4 prove speciali. Il Rally riprenderà sabato 19 maggio dalle ore 09,01. Sei le prove con l'arrivo finale previsto alle 19,20, sempre a Cingoli. La Rai come di consueto seguirà la gara in maniera completa. Il venerdì dalle 22.30 alle 23.00 sintesi su Rai Sport 2 della prima giornata. Sabato diretta delle fasi finali con sintesi seconda tappa dalle 18.30 alle 19.30 su Rai Sport 1.

CLASSIFICHE CIR Assoluta Conduttori - 1 .P. Andreucci (Peugeot 207 S2000) 43 punti ;2.U. Scandola (Skoda Fabia S2000) 33 ;3. G. Basso ( Ford Fiesta S2000 RRC 1,6 T; 4. M. Gamba (Peugeot 207 S2000) 24; 5. A, Perico (Peugeot 207 S2000 15 ;Junior: 1. Andolfi ( Renault New Twingo) 83; 2. S. Campedelli (Citroen DS3) 75; 3. Tassone (Renault New Twingo) a 63; 4 .A. Nucita (Citroen C2) 61; 5. G. Cunial ( Citroen C2) 60 Produzione: 1. I. Ferrarotti ( Renault Megane RS) 25 Classifica Cir Costruttori ; 1. Peugeot 51; 2. Skoda 45; 3. Ford 25
CLASSIFICHE TRT Assoluta Conduttori: 1. Trentin punti 25; 2. Pierangioli 18; 3. Ricci 15; 4. Gianfico 12; 5. Ceccoli 10