Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
San Lucido (Cosenza, Calabria) - 2 Luglio 2011

San Lucido

San Lucido
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Dichiarazione stampa del gruppo degli Amici di Franco Nunziata

Pino De Luca esponente del PD locale e portavoce in questo caso, del gruppo Nunziata, si sofferma sulle dichiarazioni dell'amministrazione Staffa, a seguito dell'intervento del vice sindaco Sgroi. "Patetica e poco credibile la replica a Sgroi, della maggioranza Staffa, quasi a voler paventare una prossima defenestrazione per un vicesindaco che invece con grande onestà intellettuale, ha evidenziato le reali problematiche che da più tempo affliggono questa compagine amministrativa! In questo Paese, oramai, non è concesso più a nessuno il diritto di critica, né alla minoranza, né alla stessa maggioranza, si cerca soltanto un'acquiescenza passiva, muta, come la scena fatta da alcuni componenti di questa amministrazione nel corso del recente dibattito organizzato dalla minoranza di centrosinistra ." Questo un primo messaggio di De Luca. "Dopo le dimissioni degli assessori di "Rinascita" e dopo le dimissioni di altri assessori del P. D., anche il vicesindaco Sgroi ?continua De Luca ? esprime pesanti critiche sulla gestione amministrativa del Comune di San Lucido, segnale questo di un malessere continuo ed estremo che, in tre anni, Staffa non ha saputo risolvere, ma che, anzi, ha addirittura maggiormente accentuato". Dunque emerge chiaro stavolta un segnale positivo del gruppo Nunziata e De Luca ne sottolinea il merito, di voler andar incontro ad una richiesta di apertura politica fatta dal vice sindaco Sgroi, distinguendosi prosegue la nota, dal suo sindaco, che prosegue invece sulla via delle querele. L'ultima parte del comunicato è proprio di firma Nunziata che conclude: "Ancora una crisi di questa amministrazione, che aspetta Staffa ad andarsene a casa dopo aver perduto la fiducia anche del suo più vicino collaboratore? Mi auguro che l'atto di grande umiltà politica fatto da Francesco Sgroi costituisca davvero un "cambiamento di rotta per una profonda riflessione di un'amministrazione ferma, che non produce. Se il vicesindaco saprà andare avanti ed ottenere quella collaborazione che Staffa non ha saputo avere, se avrà la capacità di non ritornare sui suoi passi, se saprà continuare, insomma, a fare un distinguo rispetto ad altri, a lui dovrà andare il merito di aver interrotto un percorso di degrado amministrativo e sociale che Staffa ed i suoi collaboratori hanno pericolosamente intrapreso,con la reale possibilità di poter inaugurare fruttuosamente per il Paese una nuova stagione di ripresa e di sviluppo così come lui stesso propone."