Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Tarquinia (Viterbo, Lazio) - 18 Giugno 2012

Rifiuti - Soluzioni e prospettive

Rifiuti -  Soluzioni e prospettive
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
?- L'opinione di Franco Caucci, Amministratore Delegato del Consorzio Pellicano, un esperto nel campo dei rifiuti.

«La discussione sulle problematiche legate alla raccolta dei rifiuti è argomento di attualità e di interesse, soprattutto in questo ultimo periodo mi ritrovo a leggere articoli, su articoli in riferimento alla Discarica di Malagrotta la cui attività, una notizia di qualche giorno fa, è stata prorogata. C'è chi esprime proposte inopportune per sbarazzarsi del problema: trasportare i rifiuti all'estero, così come stanno facendo altrove! Sono convinto che le soluzioni non sono fuori dai nostri confini...»

E' così che apre al dibattito il Rag. Franco Caucci, Amministratore Delegato del Consorzio Pellicano, un esperto nel campo dei Rifiuti.

«Tali soluzioni possono essere soltanto situazioni transitorie, perché hanno costi di gestione, che pesano sugli Enti Territoriali, sulle Amministrazioni Locali e sui cittadini. Esiste anche un aspetto ambientale e morale perché andare a svuotare i nostri secchi altrove? Le discariche non sono la soluzione del futuro! La questione è: differenziata si o no e si pone come una condizione sine qua non e i risvolti della questione meritano un dibattito e un'attenzione allargata, senza polemiche o strumentalizzazioni recondite. La scelta vincente e necessaria per dare risposte concrete alle necessità di un territorio è realizzare nuove Piattaforme di Raccolta; grazie alla differenziata, gli impianti di selezione e di recupero, il riutilizzo dei materiali».

Prosegue il Rag. Caucci «La mia sfida è organizzare un pubblico dibattito per toccare il tema, trovando soluzioni concrete, sia dal punto di vista istituzionale che imprenditoriale perché solo conoscendo il settore si può arrivare a individuare quali possono essere le risultanti dei nuovi Bandi del porta a porta, con una consapevolezza e una cognizione di causa di dove andare a conferire, perchè le fondamenta del sistema sono le piattaforme CO.NA.I.
Per giungere a queste considerazioni basta guardare oltre i nostri confini Regionali e affidarsi a realtà più avanzate e già sperimentate, soprattutto al Nord Italia: di soluzioni ve ne sono eccome! Le Raccolte Differenziate funzionano solo se i politici sono sensibili ai problemi ambientali e del recupero, nel Lazio abbiamo molto da fare ancora, in materia di rifiuti! Attraverso una gestione concertata dei servizi, con una maggiore trasparenza e garanzia dei costi, si potrà arrivare a una soluzione innovativa e definitiva e non solo ... anche attraverso la gestione condivisa, i cittadini dovranno essere parte integrante, perché attori principali, i primi a utilizzare i servizi di raccolta e del porta a porta e di trattamento dei rifiuti. La concertazione dovrà consentire il dibattito per stabilire criteri e soluzioni alfine di giungere a tessere un accordo di programma "diretto" tra le parti attive avviando un dibattito democratico e collettivo. Il futuro Ambientale è nelle alternative e scelte da operare, perché solo così facendo si potrà avere un innalzamento qualitativo del recupero dei rifiuti!»