Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
San Gimignano (Siena, Toscana) - 15 Febbraio 2011

Restauro Cappella S.Fina 543 anni dopo la realizzazione

Restauro Cappella S.Fina 543 anni dopo la realizzazione
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
di Giorgio Mancini
SAN GIMIGNANO (Siena). Sono iniziati i lavori di restauro della Cappella di Santa Fina, nella splendida Collegiata di Santa Maria Assunta, a San Gimignano. L'intervento sarà curato dalla Soprintendenza di Siena, nella parte alta della cappella, che si trova in fondo alla navata destra del Duomo, vicino al transetto dell'altare maggiore. I lavori prevedono la soppressione di una presenza di un condensamento salino, dovuto a vecchie infiltrazioni d'acqua piovana dal tetto, che danneggia gli affreschi di quella parte e tutto sarà riportato al suo splendore. La Cappella di Santa Fina, celebre opera del Rinascimento fiorentino, progettata da Giuliano e Benedetto da Maiano nel 1468, è soprattutto famosa per il ciclo degli affreschi del 1475 di Domenico Ghirlandaio, che sono meta di migliaia di turisti che giungono da tutto il mondo, ogni anno, per ammirarli. Per i sangimignanesi, però, la Cappella è luogo di grande culto, perché vi si conservano le reliquie di Santa Fina, la santa bambina, compatrona, insieme a San Gimignano, della città delle torri. La santa è sepolta sotto l'altare che fa anche da tomba monumentale, opera, sempre, di Benedetto da Maiano, decorata da rilievi con scene della vita della santa. L'altare è sormontato da un tabernacolo, opera del senese Manno di Bandino dei primi del Trecento. L'intera Cappella è un piccolo contenitore, ma immenso tesoro d'arte e di religiosità popolare, che va tutelato e salvaguardato per tutti. (foto di giorgio mancini © 2011)

Più visti della settimanaTutti