Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Gallipoli (Lecce, Puglia) - 3 Aprile 2012

Reddito zero, yacht di lusso a Gallipoli.

Reddito zero, yacht di lusso a Gallipoli.
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Gallipoli - C'è lo spiantato, a guardare i redditi dichiarati, che sul molo di qualche porto pugliese ha, però, ormeggiato un inspiegabile yacht di lusso, e quello che la dichiarazione dei redditi la salta a piè pari, come fosse una malattia incurabile, e però al panfilo non sa certo rinunciare. Sono 286 su 755 i casi per i quali s'è accesa una "spia rossa", nella testa dei militari della guardia di finanza del reparto aeronavale di Bari, che hanno presentato un primo bilancio di un'operazione ad ampio respiro, ribattezzata "Sailing money", nel corso della quale sono state passate al setaccio imbarcazioni da diporto di particolare pregio di tutta la regione.

Porto su porto, i finanzieri hanno posto sotto la lente d'ingrandimento yacht a motore o a vela, tutti immatricolati e di lunghezza superiore a 10 metri, per individuare e contrastare fenomeni di evasione o elusione fiscale, realizzati anche attraverso intestazioni fittizie delle imbarcazioni a soggetti diverse dall'effettivo proprietario o utilizzatore, ovvero a società di comodo.

Si tratta, in sostanza, di persone fisiche che dichiarano redditi in apparenza non coerenti con il valore dell'imbarcazione posseduta, o dei canoni di leasing versati per l'acquisto, otre che di società con oggetto sociale che ben poco ha a che vedere con la gestione di imbarcazioni da diporto.

Dopo la prima fase, l'individuazione delle imbarcazioni, la palla passerà ai vari comandi provinciali, che dovranno approfondite le posizioni sospette, a caccia di ulteriori riscontri sul piano fiscale e reddituale. E non mancano casi in provincia di Lecce. Fra le varie, tre sono quelle più eclatanti. A Gallipoli, i finanzieri hanno scoperto che uno yacht a motore, del valore di 310mila euro, era nella disponibilità di una persona residente nella provincia, che non avrebbe presentato dichiarazioni, lo scorso anno, e che pure versa un leasing di 50mila euro annui. Altro caso, sempre per un'imbarcazione ormeggiata a Gallipoli, del valore di 200mila euro, appartenente a una società pugliese con reddito pari a "zero". Ancora, e questa volta a Otranto, una barca da "soli" 70mila euro di proprietà di una persona, non residente in loco, che nell'ultimo anno ha dichiarato appena 5mila euro.

Ma in giro per la Puglia, di casi ce ne sono davvero tanti. Alcuni, fuori dal Salento? Yacht a motore, valore 1 milione e 200mila euro, intestato ad una signora che non risulta aver presentato dichiarazioni; altro yacht a motore, valore 260mila euro, intestato ad un soggetto che anche in questo caso Foto 1 ROAn Gdf Bari Filmato Capacità contributiva-2non ha presentato dichiarazioni; yacht a vela, valore 120mila euro, intestato ad una società che svolge un'attività che con le imbarcazioni e il mare c'entra poco o niente, e con reddito di 36mila e 354 euro, che versa un leasing annuale di 18mila e 499 euro; ancora, yacht a motore, valore 700mila euro, intestato anche in questo caso una società la cui attività non è attinente alla gestione di un'imbarcazione, e che per giunta ha un reddito dichiarato di appena mille e 326 euro.