Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Torino (Piemonte) - 5 Maggio 2011

Parco Dora e Mole in rosa salutano gli alpini e il Giro

Parco Dora e Mole in rosa salutano gli alpini e il Giro
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Due inaugurazioni e l'emozione di una Mole Antonelliana colorata di rosa, in onore del Giro d'Italia, per salutare un weekend che farà rivivere nel cuore di tutti i torinesi l'orgoglio dei fasti olimpici. Un raggio rosa andrà a far compagnia al collare tricolore che avvolge la guglia della Mole dall'inizio delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità. Dopo le prove tecniche iniziate ieri sera, il monumento simbolo di Torino renderà così omaggio alla corsa ciclistica più dura del mondo insieme al ponte della Gran Madre e alla fontana del Cervo della Reggia di Venaria, restando illuminata di rosa dalle 21 di domani e fino a domenica 8 maggio, quando si conclude­rà l'84 adunata nazionale degli alpini.
Per l'accoppiata Giro più penne nere sono attese in città mezzo milione di persone. Che da ieri pomeriggio potranno contare anche sul nuovo Parco Dora, inaugurato in pompa magna dal sindaco Sergio Chiam­parino. Accolto da un gruppo di ex lavora­tori Eutelia - «Fa' qualcosa di sinistra!» gli gridavano, «Faremo un comunicato stam­pa » la risposta - il sindaco ha così percorso la passerella che collega i primi due lotti del parco, tra le testimonianze del passato operaio delle ex Ferriere. Chi si immagina­va un parco nel senso classico del termine forse sarà rimasto deluso. Ma grazie all'opera di recupero progettata dagli ar­chitetti Pession e Latz, al Parco Dora il verde si intreccia con il grigio del cemento armato e la ruggine degli ex capannoni, creando un emozionante connubio che restituisce alla città uno spazio altrimenti inutilizzabile.
By: Cronacaqui
Reporter: Alessandro