Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Poirino (Torino, Piemonte) - 29 Novembre 2016

Pane & droga chiuso Panificio. Arrestati Marito e Moglie.

Pane & droga chiuso Panificio. Arrestati Marito e Moglie.
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Preparavano e consegnavano pane, focacce e cocaina, chiuso panificio
Tre incensurati nascondevano in un laboratorio droga per oltre duecentomila euro

Tra panini e focacce anche la droga.

Ma i suoi movimenti non sono passati inosservati e l’intervento è stato immediato. I carabinieri della Stazione di Santena, con la preziosa collaborazione di Quark, il cane antidroga del Nucleo Cinofili di Volpiano, hanno arrestato Michele Cantarella, 49 anni, domiciliato a Poirino, contitolare con la moglie di un laboratorio di panificazione industriale di prodotti destinati a panetterie, botteghe, supermercati e ristoranti, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri mattina, a Poirino, nella ditta di Cantarella, Quark ha fiutato, tra la farina, i lieviti e i prodotti destinati alla vendita, 403 grammi di cocaina, suddivisa in sei panetti, 1,5 grammi di marijuana, 0,3 grammi di hashish, 148,7 grammi di sostanza da taglio, materiale idoneo per confezionamento dello stupefacente.

Nel corso dell’attività, i carabinieri hanno denunciato, per il medesimo reato, due dipendenti del panificio.

I militari del NAS, interventi su richiesta dei colleghi di Santena, hanno riscontrato l’abusiva attivazione dell’attività artigianale e hanno rilevato che le attrezzature e i macchinari utilizzati alla panificazione sono risultati compromessi nelle condizioni di igiene per la presenza di ratti.

Si è proceduto nel sequestro preventivo dell’intero stabile e di quanto in esso contenuto. Valore del sequestro ammonta a circa 800.000 euro. Sono state elevate sanzioni amministrative per 5.000 euro. Seguirà la richiesta di provvedimento amministrativo di sospensione dell’attività non notificata all’Asl competente.