Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Milano (Lombardia) - 12 Ottobre 2010

Ore 13: un altro asteroide sfiora la Terra

Ore 13: un altro asteroide sfiora la Terra
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Oggi un altro asteroide (2010 TD54) si è avvicinato, o meglio ha sfiorato davvero la Terra verso le 13, transitando ad appena 45.500 chilometri dalla superficie del nostro pianeta con una traccia visibile tra le costellazioni dei Pesci e dell'Acquario. Ricordiamo che, poco più in basso, a 36 mila chilometri ruotano i satelliti per le telecomunicazioni. Nessuna paura, comunque. Si tratta di un masso di dimensioni contenute, appena 7 metri di diametro, e anche se la sua traiettoria avesse coinciso con il nostro globo si sarebbe disintegrato nell'atmosfera producendo semmai uno spettacolo e al massimo qualche paura da parte delle popolazioni testimoni dell'improvviso e strano fenomeno.

CORPI CELESTI - A questo punto non si può far a meno di constatare un incremento nella scoperta e nel passaggio dei piccoli corpi celesti vicino al nostro pianeta. Nel settembre scorso due oggetti di 15 e 20 metri hanno fatto notizia e uno di questi è passato a 77 mila chilometri. Il 13 gennaio un altro oggetto di una decina di metri ci è arrivato vicino. Nel frattempo in giugno un asteroide è caduto su Giove e agli inizi di febbraio è stato fotografato uno scontro fra due asteroidi per fortuna avvenuto a 150 milioni di chilometri da noi (una distanza analoga a quella che ci separa dal sole). Proiettandoci invece verso la fine dell'anno, cioè entro i prossimi tre mesi, di asteroidi che transitano nelle vicinanze della Luna e della Terra ce ne sono altri cinque e il più lontano vola soltanto a sei volte la distanza Terra-Luna. Gli altri a circa quattro volte la stessa distanza.

APPUNTAMENTO CON IL TG19 - Ma il 22 ottobre il 2010 TG19 sfiorerà la Luna ed è il più grosso del gruppo essendo il suo diametro calcolato tra 44 e 97 metri. Bisogna tener conto che di asteroidi potenzialmente pericolosi, i cosiddetti PHA (Potential Hazardous Asteroids) finora noti sono 1150 ma il guaio è che molti si scoprono all'improvviso, appena qualche giorno prima dell'incontro ravvicinato; che però potrebbe non essere ravvicinato e quindi impattare con il nostro pianeta. Fino a dieci metri di diametro non esistono rischi perché appunto finiscono per sbriciolarsi nell'atmosfera. Invece, oltre e fino a cento metri se un corpo del genere ci cade addosso provoca l'effetto di una bomba atomica in grado di distruggere una città, se la colpisce. Le stime dicono che un oggetto di questa dimensione cadrebbe una volta ogni 100-200 anni. Tuttavia le stime sono frutto e risentono troppo delle conoscenze legate al passato. Oltre i cento metri, poi, la distruzione prevista è addirittura su scala regionale. Il problema dunque esiste.
By: Corriere della Sera
Reporter: Alessandro.