Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Modena (Emilia-romagna) - 26 Maggio 2012

Modena, in sella da Maranello a Polinago

Modena, in sella da Maranello a Polinago
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Modena, in sella da Maranello a Polinago

Per il prossimo fine settimana, 26 e 27 maggio, il maneggio di Polinago e Gli Amici del Cavallo di Gorzano di Maranello, nell'ambito del Progetto Turismo Equestre della Fise Emilia Romagna, si uniscono in gemellaggio per offrire il meglio dei rispettivi territori

Si apre una nuova fase di sviluppo del Progetto Turismo Equestre. Una fase orientata alla collaborazione tra i centri ippici che vi aderiscono, per offrire punti tappa "specializzati" nell'accoglienza dei cavalli, come sono i maneggi affiliati alla Fise. Presso queste strutture inoltre la qualità dell'accoglienza è impreziosita dalla presenza di tecnici, formati dalla Federazione, con un elevato livello di professionalità equi-turistica. Quello del prossimo week end è il primo passo di un percorso che svilupperà sinergie sempre più forti tra i centri ippici, ma anche con le strutture ricettive dei territori interessati dai viaggi a cavallo.

Il trekking partirà sabato alle 9 da Stella di Serramazzoni, alla volta del castello di Pompeano, uno dei più antichi siti castellani di tutto il Frignano. Il sasso su cui si erge il castello, di colore verde scuro, tanto da sembrare quasi nero, è una serpentina di origine vulcanica sottomarina attraversata al suo interno da una grotta lunga circa trenta metri. La grotta, dopo un ingresso angusto, diviene più facilmente percorribile fino ad allargarsi, sul fondo, in un laghetto che in determinati momenti dell'anno è profondo circa venti metri.

Sempre per gli appassionati di geologia dal Poggio di Pompeano si può osservare la Vanga del Diavolo, che rappresenta, a detta degli esperti, il più bell'esempio di flysch osservabile nell'Appennino Modenese. Il flysch è un complesso sedimentario di rocce originatesi in ambiente marino. I vari strati, chiaramente visibili, si alternano ritmicamente e ognuno custodisce i fossili degli animali che abitavano i mari nell'era geologica in cui ogni strato si è via via sedimentato.

Domenica sarà un altro misterioso maniero a far da protagonista. Il castello di Montecuccolo, nei pressi di Pavullo nel Frignano, si raggiunge attraversando il fitto bosco che costeggia il fiume Scoltenna. L'impianto architettonico è estremamente interessante e corrisponde alla tipologia classica del castello medioevale. Su tutto spicca la torre principale, isolata nel punto più elevato dell'altura che ospita il complesso. Nel XIV secolo la potente famiglia dei Montecuccoli da quei bastioni controllava un feudo che si estendeva dalle montagne reggiane e quelle bolognesi.

Il tracciato, come sempre, sarà rilevato con GPS e certificato, andando ad arricchire l'archivio del Comitato regionale Fise, che già dispone di oltre 3.000 percorsi fruibili a cavallo in Emilia Romagna. Per info e iscrizioni: Mirella 339 3321297, Tiziano 348 2312390, Jessica 334 1209672, Alessandro 392 2556244, Paolo 334 9337092 Email: amicidelcavallo@libero.it gruppoattacchivda@libero.it

Più visti della settimanaTutti