Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Torino (Piemonte) - 7 Settembre 2017

Lite tra marocchini. Muore dopo avergli tagliato la gola

Lite tra marocchini. Muore dopo avergli tagliato la gola
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Un violento diverbio fra due cittadini marocchini degenera. Arrestato marocchino per omicidio volontario

Ieri sera, alle 23.30 circa, personale della Polizia di Stato è intervenuto nell’area pedonale di via Di Nanni angolo Volvera, ove diverse persone segnalavano essersi appena consumato​ ​un​ ​violento​ ​litigio​ ​ed​ ​una​ ​persona​ ​che​ ​rimasta​ ​a​ ​terra​ ​gravemente​ ​ferita.
Gli agenti della Squadra Volante e del Comm.to San Paolo, accorsi sul posto, prestavano i primi soccorsi alla vittima, cittadino marocchino di 34 anni, che si presentava incosciente e​ ​con​ ​una​ ​ferita​ ​da​ ​arma​ ​da​ ​taglio​ ​alla​ ​gola.

L’uomo, così come confermato da alcuni testimoni, era stato aggredito poco prima, nel contesto di un diverbio nato per una questione di denaro di modesta entità, da un soggetto di origine nord africana, che, dopo averlo attinto con un coccio di bottiglia rotto all’arteria giugulare,​ ​era​ ​scappato.

Immediate ricerche dell’aggressore, del quale erano state fornite dettagliate descrizioni da parte di alcuni avventori che avevano assistito alla scena, hanno permesso agli investigatori della Squadra Mobile di fermare alle 2.25, per tentato omicidio, in via
Monginevro 43, ​ALI Saadani​, cittadino marocchino quarantenne, pregiudicato, inottemperante​ ​all’ordine​ ​del​ ​Questore​ ​di​ ​lasciare​ ​il​ ​​ ​territorio​ ​nazionale.

La vittima è deceduta, in conseguenza delle gravissime ferite riportate, alle 9.25 odierne presso​ ​l’ospedale​ ​Maria​ ​Vittoria,​ ​dove​ ​era​ ​stato​ ​sottoposto​ ​a​ ​delicato​ ​intervento​ ​chirurgico.

Pertanto,​ ​l’imputazione​ ​a​ ​carico​ ​dell’aggressore​ ​è​ ​mutata​ ​in​ ​omicidio​ ​volontario.