Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Sasso Marconi (Bologna) - 1 Febbraio 2012

La raccolta dei rifiuti rispetta la Direttiva Europea

La raccolta dei rifiuti rispetta la Direttiva Europea
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Sasso Marconi: la raccolta dei rifiuti rispetta la Direttiva Europea e migliora di anno in anno la performance.
Raccolta differenziata oltre il 76%, con massa totale di rifiuti ridotta in un anno del 12%, e 19% in meno di indifferenziato da mandare all'inceneritore.
Il modello di raccolta differenziata "porta a porta" funziona.

Confrontando i dati del 2010 e del 2011 risulta che il quantitativo totale di rifiuti urbani mandati a smaltimento si è ridotto del 12%, sono infatti
7476,244 le tonnellate di rifiuti raccolte a Sasso Marconi nel 2011 (contro le 8553,330 tonnellate del 2010).
La raccolta differenziata "porta a porta" (cominciata nel dicembre 2007) ha consentito di migliorare la performance dei "ricicloni" passando da una media annuale del 74,80% (nel 2010) al 76,60% dei rifiuti differenziati e riciclati nel 2011 (passando dalle 6398,180 tonnellate del 2010 a 5730,744 tonnellate).
Il dato più interessante è però quello relativo alla diminuzione della massa di "indifferenziato" che, anche grazie alla riduzione dei sacchi in dotazione gratuita per le famiglie e per le imprese, ha consentito di chiudere l'esercizio 2011 con una significativa riduzione del 19% (per un totale di 1745,500 tonnellate nel 2011).
Sasso Marconi risulta quindi essere in linea con la Direttiva Europea che prevede la riduzione del monte rifiuti totale del 20% entro il 2020.

"Nel 2011 abbiamo ridotto del 12% il quantitativo di rifiuti prodotti e ci avviciniamo a passi concreti verso i numeri indicati dalla Direttiva Europea ? spiega Pierpaolo Lanzarini, assessore all'ambiente di Sasso Marconi -. Ancora una volta non posso fare a meno di ringraziare i cittadini sassesi e le imprese dei nostri distretti industriali e artigianali che hanno compreso in pieno il senso del cambio di modalità di raccolta deciso dall'Amministrazione comunale: senza la loro fattiva collaborazione oggi non saremmo qui a condividere la soddisfazione per questi importanti risultati.
Andando avanti di questo passo saremo in grado di rispettare i parametri indicati dall'Europa, confermando di meritare gli attestati di stima che il nostro Comune ha ricevuto in questi anni e contribuendo a migliorare la qualità della vita sulle nostre colline".